Home Sport Arsenal vs Manchester United: Mikel Arteta afferma che i Gunners non hanno...

Arsenal vs Manchester United: Mikel Arteta afferma che i Gunners non hanno il lusso di “cinque giocatori di livello mondiale”

52
0

Mikel Arteta non sarebbe stato tirato fuori. Non importa come fosse formulata la domanda, l’allenatore dell’Arsenal è quasi riuscito a schivare ogni palla curva e cutter che è stato lanciato nella sua direzione. Stava diligentemente dicendo molto poco sugli avversari di sabato, il Manchester United.

Non era l’uomo da consigliare il neo-allenatore dello United Erik ten Hag. Alcuni luoghi comuni sono stati gettati nella direzione del Liverpool dopo la vittoria dominante a metà settimana. Questo non sarebbe il gioco per eliminare nessuna squadra dalle prime quattro contese. E andò avanti. Difficilmente potresti biasimarlo in un’epoca in cui anche la più innocua delle dichiarazioni pre-partita ha il potenziale per essere presa in giro su una grafica da social media, priva di contesto, in caso di cattivo risultato.

C’è stato un boccone momentaneo, tuttavia. Era il tipo che Arteta potrebbe anche essere in grado di sostenere che non fosse rivolto allo United, un punto che sta sottolineando sulla sua squadra in generale piuttosto che rispetto ai loro prossimi avversari. “Al momento non abbiamo cinque giocatori di livello mondiale che tutti i problemi che abbiamo al club li nasconderanno ogni settimana perché qui segneranno triplette”, ha detto. Potrebbe avere una smentita plausibile, ma dare il siero della verità all’allenatore dell’Arsenal e probabilmente ammetterebbe che si riferiva al gruppo di superstar dello United che è pronto a salvarli.

Dopotutto, lo United è una squadra che può lottare per affrontare il Norwich, ultima parte della Premier League, senza alcun segno visibile di alcun principio sottostante, per non parlare di un piano per vincere i 90 minuti, ed essere salvato perché ha Cristiano Ronaldo in campo . Il manager ad interim Ralf Rangnick è arrivato con i suoi datori di lavoro sperando che sarebbe stato almeno in grado di stabilire alcuni elementi costitutivi. Cinque mesi dopo ha l’aspetto di un genitore esasperato arruolato per accompagnare un branco di chiassosi ragazzi di quarta elementare durante una gita scolastica. È al limite del suo ingegno, costretto a lanciare Phil Jones nel mixer di Anfield solo per ottenere una reazione. Porta da bere a quest’uomo.

Eppure, nonostante la parodia che il suo giocatore ha servito in trasferta ai grandi rivali del Liverpool, lo United rimane teoricamente nel mix per un piazzamento tra i primi quattro, anche se i pronostici e le probabilità non li favoriscono. Tutto ciò che ha tenuto questa squadra aggrappata è una semplice verità, ottengono punti quando sono cattivi. L’intera fase a gironi della loro campagna di Champions League è stata una lezione di escapologia, che sarebbe stata notevolmente migliorata con le pubblicità al 75 ° minuto. “Come farà Ole Gunnar Solskjaer a uscire da questa situazione? Resta sintonizzato per scoprirlo!” Il West Ham in qualche modo ha accumulato zero punti dai loro incontri con i Red Devils quando sei avrebbero potuto essere una riflessione più giusta.

Vedi anche:  Guarda Tottenham Hotspur vs. Arsenal: canale TV, informazioni in diretta sulla Premier League, ora di inizio

Poi c’è stato l’ultimo incontro tra queste due parti. L’Arsenal aveva tutto il possesso palla, ne ha presi in abbondanza e ha accumulato alcuni ritorni di gol attesi (xG). Poi hanno preso Ronaldo-ed. Due volte. Arteta potrebbe riflettere mestamente su questo, chiedendosi quante volte la sua squadra sia riuscita a farla franca con uno nel modo in cui lo United sembra fare su base seriale.

Al meglio, i bei momenti dell’Arsenal sono stati premiati con risultati impressionanti, non ultimo la vittoria rivitalizzante di mercoledì al Chelsea. Tuttavia, quando sono fuori forma, tendono ad essere puniti in modo abbastanza enfatico, come hanno fatto il Crystal Palace e il Brighton nelle ultime settimane. Forse questa è la natura di una squadra con un approccio tattico chiaramente definito e una profondità discutibile. Quando le cose si arenano, a volte sembra che tutto ciò che l’Arsenal possa fare è il proprio sistema, ma di più. Alexandre Lacazette scende più a fondo, il gioco è incanalato sempre di più nei loro attaccanti interni, senza una palla lanciata nel mixer in vista. Laddove lo United sembra vivere completamente nel loro momento, l’Arsenal a volte può cadere prigioniero dei propri principi.

Potrebbe anche essere il caso che, nonostante tutto il lavoro svolto da Arteta per affrontare la mentalità e l’atteggiamento del club nel suo insieme, non abbiano la stessa profondità di professionisti temprati dalla battaglia che hanno fatto carriera di grandi momenti che il loro i primi quattro rivali lo fanno. In nessun luogo quella differenza è più pronunciata che in attacco. Ronaldo, che dovrebbe tornare in campo dopo la tragica morte di suo figlio la scorsa settimana, è uno degli artisti più grintosi che lo sport abbia mai visto. All’inizio di questa settimana il contributo più notevole di Eddie Nketiah alla causa dell’Arsenal potrebbe essere stato due gol nella Coppa EFL contro il Norwich.

Vedi anche:  Risultati in Champions League: il Chelsea vince mentre Pulisic e Kante abbagliano; Pareggio della Juventus quando McKennie esce infortunato

Ci sono pochi preziosi confronti che si possono fare tra quei due che non sembrano un po’ sciocchi, ma c’è un tratto che entrambi condividono. Allo stesso modo in cui Ronaldo sembra essere una forza di pura potenza narrativa nei momenti decisivi, così Nketiah ha modo di trovarsi in posizioni per dare un contributo significativo alle partite anche se non lo fa con la regolarità del numero 7 dello United. .

“Ha questa abilità speciale che la palla atterra dove si trova”, ha detto Arteta di Nketiah. “È in grado di leggere la situazione o modificare la sua posizione molto rapidamente in relazione a ciò che si aspetta che accada e la palla gli arriva e quando ciò accade la maggior parte delle volte la mette in rete”. Entrambi i suoi gol contro il Chelsea sono stati tipici di un giocatore che sembra sempre posizionarsi nei punti giusti, prima balzando su un errore di Andreas Christensen prima di seguire il caos per sfrecciare in casa il terzo dell’Arsenal all’inizio del secondo tempo. A 16 e 10 yarde furono anche le reti più lunghe segnate da questo puro bracconiere.

Al di là del fatto che probabilmente non è un centravanti titolare per un club di spicco della Premier League, è difficile sapere esattamente quale livello può raggiungere Nketiah. Ha 1453 minuti di Premier League a suo nome in cinque stagioni, ma, come ha notato in un’intervista al podcast Beautiful Game, non ha ottenuto risultati coerenti nella squadra. Tende a fare da frangi vetro in caso di emergenza da gol in panchina, ma da quella posizione almeno ottiene occasioni. Il suo 0,42 xG senza penalità per 90 minuti è il più alto di qualsiasi regolare sotto Arteta.

“Giochi 10, 15, 20 minuti e poi la valutazione non sarà mai equa perché quel momento è condizionato dalla partita, dal risultato, da cosa sta facendo l’avversario”, ha riconosciuto Arteta. “Al Chelsea ha avuto la seconda possibilità (dopo aver iniziato a Southampton) e ha fatto davvero bene”.

È probabile che ottenga una terza possibilità grazie ai suoi secondi gol. Potrebbe essere adatto all’Arsenal per avere la sua presenza più caotica, un giocatore che ha le stesse probabilità di segnare tre deviazioni e una trasferta quanto di dare il tocco finale a una mossa fluida. Dopotutto, sarebbe sicuramente più soddisfacente battere lo United nel proprio gioco.

Articolo precedenteCalcio in TV: il Bayern potrebbe conquistare la Bundesliga nel Der Klassiker, nel derby del Merseyside, nella finale di Copa del Rey e altro ancora
Articolo successivoArsenal vs Manchester United: streaming live della Premier League, canale TV, guarda online, a partire dall’XI, ora di inizio