Home Sport Arnaut Danjuma del Villarreal in vista della partita di Champions League: “Possiamo...

Arnaut Danjuma del Villarreal in vista della partita di Champions League: “Possiamo gestire gli affari con chiunque”

64
0

Gli ottavi di finale di UEFA Champions League tornano martedì (guarda tutta l’azione su Paramount+) e Villarreal CF-Juventus è uno degli incontri più importanti del girone per non parlare di questa settimana.

Arnaut Danjuma, arrivato in estate a El Madrigal dall’AFC Bournemouth, si è seduto con Luis Miguel Echegaray di Que Golazo per discutere del suo rapido inizio di vita a Castellon, di come la Liga abbia contribuito a far progredire rapidamente il suo sviluppo e di guardare avanti a quel goloso scontro con i giganti italiani.

“Sono grato per l’opportunità che il club mi ha dato e sto cercando di fare del mio meglio per andare avanti e migliorare”, ha detto Danjuma in esclusiva a CBS Sports. “È un club caldo. Se guardi ai proprietari, sono una famiglia e lo replicano nel club. Dal primo giorno in cui sono venuto qui hai sentito che il club era caldo. È un club per famiglie, tutti sono disposti aiutarsi a vicenda e tutti si prendono cura l’uno dell’altro. Penso che il Villarreal si distingua davvero dagli altri club”.

La Juventus martedì significa che l’inno speciale dell’UCL suonerà dagli oratori nella casa spirituale di El Submarino Amarillo dopo che si sono qualificati attraverso il successo in UEFA Europa League sotto la guida dello specialista Unai Emery e Danjuma ammette che queste sono le serate in cui il Villarreal vive.

“La Champions League è il livello più alto del calcio per club internazionale, quindi alla fine è lì che vuoi metterti alla prova”, ha detto. “Parla da sé, ogni volta che senti l’inno in campo, vuoi dare il massimo. Finora ci siamo comportati bene e penso che lo abbiamo dimostrato contro l’Atalanta che finché rimaniamo fedeli a noi stessi e vicino al nostro DNA, che possiamo gestire gli affari con chiunque.

“E’ difficile, bisogna stare sempre attenti e accesi, ma stiamo facendo bene. Ora non vedo l’ora di giocare contro la Juventus. Anche nella fase a gironi abbiamo giocato contro ‘squadre più grandi’ come il Manchester United e abbiamo giocato bene, sento che avremmo dovuto vincere. Ciò dimostra che se rimaniamo fedeli a noi stessi, sento che possiamo battere chiunque. Devi solo essere acceso tutto il tempo, se lo spegni puoi spedire rapidamente tre gol!”

Vedi anche:  Pronostico Lazio vs. Salernitana, quote, come guardarlo, live streaming: 15 gennaio 2022 Scelte degli esperti della Serie A italiana

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Guarda qui sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast giornaliero della CBS Soccer in cui ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Per Danjuma, 25 anni, il salto è stato notevole dal campionato alla Liga e alla Champions League, ma l’attaccante nato a Lagos sente che il salto di qualità ha sbloccato il suo potenziale in un lasso di tempo estremamente breve.

“Giocare con grandi giocatori ti apre la mente a un nuovo modo di giocare”, ha detto il diplomato dell’accademia giovanile del PSV Eindhoven. “Da quando sono arrivato al Villarreal c’è un’enorme differenza nel modo in cui gioco. Sono migliorato così tanto in poco tempo. Se guardi alle persone giuste, giochi con le persone giuste e cerchi di migliorare te stesso, ci sono così tante tanti modi per migliorare te stesso nel calcio”.

Emery ha anche giocato un ruolo importante nella scelta di Danjuma di unirsi al Villarreal con lo spagnolo, portando il club al suo primo grande trofeo nei suoi 79 anni di esistenza attraverso i calci di rigore a Danzica, in Polonia, finale per alzare il trofeo per la quarta volta .

“Unai è stato il motivo principale per cui sono venuto al Villarreal”, ha detto l’olandese in esclusiva alla CBS. “Ho parlato con lui prima di entrare, la sua visione, il suo piano, il modo in cui si presenta. Tutto questo insieme mi ha convinto a giocare per il club. Non posso spiegare a parole quanto sia bravo in termini di strategia, rendendo i suoi giocatori meglio, facendo funzionare tutta la squadra. È stato enorme per me, mi sono comportato molto bene per lui e sta ancora lavorando con me quotidianamente, cercando ancora di migliorarmi. C’è così tanto che io ho imparato da lui in poco tempo, non vedo l’ora di vedere cosa porteranno i prossimi giorni, settimane, mesi. Non posso esprimerlo a parole”.

Emery dà il meglio di sé guidando una squadra sfavorita nella sua nativa Spagna, motivo per cui il Siviglia era così adatto per il 50enne e la sua reputazione di specialista continentale lo rende anche un avversario difficile per gli avversari del Villarreal in Champions League e La Liga .

Vedi anche:  Informazioni sul live streaming di Norwich City vs. Brentford, canale TV: come guardare la Premier League in TV, streaming online

“Non sono sicuro che abbiamo un piano, ma sono abbastanza sicuro che Unai abbia qualcosa (in manica)”, ha detto Danjuma. “Anche se la partita di Champions League è così grande per me personalmente e per l’intero club, non vuoi comunque concentrarti troppo su di essa. Ci sono ancora molte grandi partite in arrivo nella Liga. Vogliamo ancora scalare la classifica. Il il focus non è solo sull’UCL, ma anche sulla Liga. Ma sono abbastanza sicuro che Unai abbia già un piano e sappia cosa faremo contro la Juve. Finché siamo fiduciosi e Unai escogita un masterplan, tutto può accadere!”

Sulla Liga, il Villarreal è attualmente sesto in classifica ea tre punti dalla qualificazione all’UCL, anche se dopo aver giocato un’altra partita che Barcellona e Danjuma sono convinti che lui e i suoi compagni di squadra possano colmare quel divario da qui alla fine della stagione.

“[Top four] è un’aspettativa realistica”, ha detto. “Se lo facciamo dipende da noi, ma se guardi alla qualità che abbiamo, all’allenatore che abbiamo, allora dovremmo competere per i primi quattro. Sono d’accordo al 100% con te su questo. Abbiamo perso qualche punto a inizio stagione, ma se guardi alla classifica non siamo poi così male, non siamo lontani dalla vetta. Abbiamo combattuto per tornarci”.

Finora, Danjuma ama la vita in Spagna e sta abbracciando un’altra cultura in quello che è già il suo quarto paese europeo della sua impressionante carriera e quel crogiolo di stili è evidente nella sua partita con il Villarreal, che lo ha visto realizzare una tripletta contro il Granada per il fine settimana.

“Lo trovo eccitante”, ha detto l’ex giocatore del Club Brugge e del NEC Nijmegen. “Ogni volta che qualcosa è eccitante, lo afferro con entrambe le mani e ne traggo il meglio. Non mi dispiace affatto vivere in paesi diversi: mi piacciono le esperienze e le sfide. Ho vissuto nei Paesi Bassi, in Belgio, in Inghilterra, e la Spagna ora. Culture diverse, persone diverse, così tanto da imparare, stili di gioco diversi, allenatori diversi. Qualunque cosa mi porti il ​​calcio, c’è sempre molto altro da imparare soprattutto quando viaggi in tutta Europa”.

Articolo precedentePronostici Champions League, quote: scelte degli esperti per Chelsea, Juventus e Atletico Madrid contro Man United
Articolo successivoIl Napoli soffia l’occasione in vantaggio in Serie A con il pareggio contro il Cagliari in vista della sfida di Europa League contro il Barcellona