Home Vita Pratica Come applicare Streamline, il metodo per organizzare la tua casa

Come applicare Streamline, il metodo per organizzare la tua casa

76
0
Francine Jay
Francine Jay

Se siete una di quelle persone che vedono sempre la casa in disordine e nessuno dei metodi provati in passato vi ha convinto, è probabile che la metodologia Streamline sia il modo migliore per organizzare la vostra casa.

Streamline è una tecnica che non dobbiamo alla principale influencer in materia, Marie Kondo, ma a una delle sue principali “concorrenti”, Francine Jay, la creatrice di questa soluzione pratica e definitiva per il riordino della casa.

Cos’è Streamline e come si applica

Miss Minimalista, come è conosciuta sui social media Francine Jay, ha sviluppato un insieme di precetti chiamato Streamline, il cui significato può essere tradotto lettera per lettera per scoprire quali sono le chiavi dell’organizzazione domestica.

Anche se ovviamente le lettere che danno il nome a questo insieme di regole derivano da parole inglesi, abbiamo una trascrizione affidabile di ciascuna di esse grazie alla rivista AD, che si è occupata della diffusione del sistema.

Le lettere dell’acronimo e il significato corrispondente

  • “S”, di spirito che dovete mettere sempre nella pulizia della casa, anche nei compiti più sgradevoli.
  • “T”, per Treasure o Junk, una classificazione interna a questo metodo che ci permette di separare gli oggetti che troviamo lungo il percorso, e quindi di poter decidere se è il momento di tenerli, buttarli o perché no donarli.
  • “R”, per motivo (reason) per ogni articolo, poiché tutto ciò che immagazziniamo deve avere un’utilità nella vita. Ogni volta che non riusciamo a giustificare il motivo per cui conserviamo qualcosa, anche solo per il suo ricordo, dovremmo disfarcene.
  • “E”, di ogni (each) cosa ad un luogo, nel senso che ogni oggetto deve avere uno spazio assegnato.
  • “A”, di Per spostare le superfici, avendo cura di rimuovere tutto ciò che si trova inutilmente sopra di esse, liberando così la vista da ostacoli che non fanno altro che intralciare la visione panoramica di ogni spazio.
  • “M”, per Moduli o caselle per raggruppare gli elementi più piccoli, in modo da non lasciarli in giro. Meno oggetti si vedono contemporaneamente, meglio sarà per il nostro rapporto con la casa.
  • “L”, da Limits, un consiglio non solo per la vita in generale, ma anche per non ingombrare le stanze. Dovete porre dei limiti alla vostra ansia di comprare cose che non vi servono, soprattutto se sono troppo grandi.
  • “I”, per Interchange, che significa fondamentalmente che se arriva qualcosa di nuovo, una cosa vecchia deve uscire al suo posto.
  • “N”, per No Exceptions, evitando l’idea di conservare utensili e altre cose che non si usano più “per ogni evenienza”.
  • “E”, da La manutenzione quotidiana che dovrete rispettare insieme alle persone che vivono con voi affinché l’ordine non venga disturbato.
Vedi anche:  Tende termiche plissettate Lidl a soli €14,99!

Ora che ne conoscete il significato, avete intenzione di mettere in pratica il metodo Streamline?

Se desideri ricevere altri consigli come questo, vieni a farci visita sul sito stopandgo.tv!

Articolo precedenteLe scarpe da ginnastica Asics Gel Excite 9 GS sono da Decathlon!
Un appassionato di viaggi. Giornalista e bevitore di caffè. Web evangelist e fanatico della birra da sempre, ma anche appassionato di cultura pop!