Home Sport Antonio Conte si dice felice al Tottenham ma: ‘Non dimenticare che sono...

Antonio Conte si dice felice al Tottenham ma: ‘Non dimenticare che sono abituato a lottare per vincere il campionato’

65
0

Le nuvole temporalesche potrebbero essere state in bilico sul Tottenham questo pomeriggio, ma Antonio Conte ti direbbe che sono il risultato di Storm Eunice non i commenti che ha fatto a Sky Italia all’inizio di questa settimana.

Quattro mesi dopo il suo regno nel nord di Londra, Conte ha notato l’indebolimento numerico della sua prima squadra nella finestra di mercato di gennaio in un’intervista, apparentemente parlando delle possibilità degli Spurs di finire tra i primi quattro all'”uno per cento” nella successiva. Poco di quello che ha detto era in realtà errato: il Tottenham ha lasciato partire quattro giocatori della prima squadra a gennaio mentre ne firmava due e la maggior parte dei modelli statistici suggerisce che non sono i favoriti per arrampicarsi nei posti della Champions League, ma non è stato accolto particolarmente bene all’interno o all’esterno il club.

In effetti, potrebbe essere l’ultima volta che si siede davanti alle telecamere delle TV italiane per un bel po’ di tempo. Conte ha confermato che il Tottenham non vuole che parli con i rappresentanti della sua terra per paura di traduzioni errate. Del resto non è la prima volta nelle ultime settimane che Sky Italia provoca rudimenti nella capitale britannica; è stato a loro che Romelu Lukaku ha espresso le sue riserve sul piano tattico di Thomas Tuchel al Chelsea.

Eppure il problema di Conte non è con i media in patria, ma con coloro che tentano di creare un cuneo tra i dirigenti del Tottenham e il presidente Daniel Levy. “Penso di essere stato molto, molto chiaro. Non capisco perché qualcuno voglia provare a creare un problema tra di me… e anche in passato.

“Ho letto molte storie in passato su questo club, creando molti problemi tra l’allenatore, il presidente e il club. Il presidente conosce molto bene i miei pensieri. Per me non è importante andare ai media. Se dovessi devo dirgli qualcosa che lui sa benissimo che vado a parlargli”.

Vedi anche:  Come guardare il West Ham United vs. Watford: canale TV, informazioni sul live streaming della Premier League, ora di inizio

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Ascolta sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast di calcio quotidiano della CBS dove ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Quelle conversazioni con Levy non sembrano averlo visto esprimere alcuna inclinazione al fatto che potrebbe pentirsi di unirsi al Tottenham. Dopo averli rifiutati in estate, c’è sempre stata la sensazione che Conte potesse avere gli occhi puntati su premi più grandi di un semplice piazzamento nei primi quattro. A questo proposito non sempre si aiuta.

“Non dimenticare che sono abituato a lottare per vincere il campionato” è stata una delle sue prime dichiarazioni quando gli è stato chiesto di parlare della sua intervista. Questa è sicuramente una dichiarazione che potrebbe essere letta come proveniente da un uomo che crede di fare un favore al Tottenham.

Potrebbe anche avere ragione. Una serie di tre sconfitte consecutive ha piuttosto cancellato il suo libro di copie, ma la semplice realtà è che dalla sua nomina il Tottenham ha preso 1,8 punti a partita, il terzo miglior record congiunto in campionato con l’Arsenal. In quel periodo hanno il terzo maggior numero di gol attesi, il conteggio dei tiri è aumentato del 43 percento e giocatori chiave come Harry Kane sembrano rinvigoriti.

Sebbene Conte abbia ammesso di essere stato colto alla sprovvista dalla portata di questo compito, ha detto a Sky Italia che si stava godendo il suo lavoro. Oggi ha offerto lo stesso messaggio. “Mi diverto al Tottenham e lavoro con i giocatori. Lo dico sempre”. C’è chi potrebbe suggerire che più volte devi dire a qualcuno che sei felice, meno credibile diventa il messaggio. Allo stesso modo non è che Conte si azzardasse a queste affermazioni senza sollecitazioni. Gli è stato chiesto se era felice. Ha detto che lo era (dopo una pausa).

Vedi anche:  Risultati, takeaway, valutazioni Champions League: Kylian Mbappe arriva per il PSG; Il Manchester City segna cinque

Quanto sarà felice sabato sera è in discussione. Conte ha perso tre partite di fila e anche lui non sembrava del tutto convinto che la sua squadra, i cui preparativi e piani di viaggio sono stati interrotti dalle tempeste record che hanno colpito il Regno Unito venerdì, sarebbe in grado di impedire che diventando quattro in trasferta contro un Manchester rampante Città il sabato.

“Questa è una partita tra due squadre, una squadra che ora è forse la migliore al mondo, quasi perfetta. Sono in un periodo di forma fantastico. Dall’altra parte c’è una squadra che sta cercando di costruire qualcosa di importante per il futuro Due diversi livelli in questo momento.

“Abbiamo preparato la partita molto bene. Sappiamo che domani soffriremo. Sappiamo che domani, come in ogni partita, il Manchester City terrà la palla al 70, 80 per cento. Nel 20 per cento dobbiamo essere efficaci. Se vogliamo per fare un buon risultato contro il City in questo momento dobbiamo essere perfetti senza palla e dobbiamo sapere che dobbiamo soffrire, ma quando abbiamo palla dobbiamo cercare di trovare la situazione per cercare di fargli male”.

Lose e la sua squadra potrebbero ritrovarsi a 10 punti dal Manchester United al quarto posto con Arsenal e West Ham che affrontano anche partite più vincibili questa settimana. L’uno per cento di possibilità che Conte dice è tutto ciò di cui ha bisogno per sentirsi come se potesse essere la lotta per qualcosa potrebbe essere la realtà statistica delle prime quattro possibilità degli Spurs.

Articolo precedentePronostici d’angolo: pronostici, quote, migliori scommesse per Manchester City-Tottenham, Fiorentina-Atalanta e altro ancora
Articolo successivoWall Street chiude in rosso una nuova settimana dopo aver registrato il suo giorno più ribassista dell’anno