Home Sport Anteprima stagione Tottenham Premier League 2022-23, pronostici: il meglio del resto basta...

Anteprima stagione Tottenham Premier League 2022-23, pronostici: il meglio del resto basta ad Antonio Conte?

59
0

Un anno fa il cielo stava cadendo lungo la Tottenham High Road. Dopo mesi di false partenze, rifiuti e proteste dei fan, avevano nominato un manager a Nuno Espirito Santo che era popolare quanto Ann Veal in casa Bluth. Lui? Harry Kane ne aveva abbastanza ed era determinato a fare ciò che era meglio per la sua carriera, ovvero giocare da qualche altra parte. Una stagione di calcio di Europa Conference League non ha avuto alcun appello.

Anche l’inizio del loro tavolo nel 2021-22 è sembrato una falsa alba. Kane è passato da no show a non entità e il calcio europeo sembrava portare allegria solo per i fan rivali, gli Spurs sembravano esistere esclusivamente per essere trollati da artisti del calibro di Pacos de Ferreira. Poi Daniel Levy ha preso quella che potrebbe essere una delle decisioni più scaltre del suo incarico nel nord di Londra, licenziando rapidamente Nuno e ottenendo l’uomo che aveva desiderato per la prima volta in Antonio Conte. Il cambiamento non è stato necessariamente immediato, ma a un anno dal caos è stato profondo.

Kane sembra essere tornato al meglio. La competizione europea di quest’anno è del tutto più glamour, il Tottenham Hotspur Lo stadio ha lasciato in eredità le notti della Champions League per cui è stato costruito. E al centro di tutto c’è uno dei migliori manager del mondo. Sicuramente le cose possono solo salire da qui?

Gli Spurs sono destinati a essere i migliori degli altri…

Quando Conte ha davvero lasciato il segno sulle sue nuove cariche, c’erano pochi parametri che non indicassero che il Tottenham fosse la terza migliore squadra del paese. Nelle 28 partite dalla sua nomina a fine stagione, gli Spurs hanno vinto 56 punti, più di chiunque altro. Liverpool e Manchester City. Hanno segnato più gol e subito meno dei primi due, hanno registrato il terzo gol più atteso (xG) e hanno concesso agli avversari il quarto meno. In termini di differenza xG erano comodamente terzi su quella che è quasi la maggior parte di una stagione.

Cosa mancava a quella squadra? Più qualità come terzino esterno non sarebbe guastato, quindi fondamentali sono quei giocatori per eseguire il calcio di Conte. Un altro centrocampista davvero autorevole che potesse affermarsi nel contrasto e portare palla su per il campo avrebbe aiutato. E ovviamente è rimasta quella figura più sfuggente nella storia recente del Tottenham, il giocatore che potrebbe credibilmente coprire Figlio di Heung-min e Kane se si sono fatti male. In Ivan Perisic, Djed Spence, Yves Bissuma e Richarlison hanno tutti quei giocatori. Nel frattempo Clement Lenglet aggiunge un’opzione a un terzo difensore che avrebbe potuto beneficiare di una maggiore profondità.

Desideri una copertura ancora maggiore del gioco mondiale? Ascolta sotto e segui ¡Qué Golazo! Un podcast di calcio quotidiano della CBS dove ti portiamo oltre il campo e in giro per il mondo per commenti, anteprime, riepiloghi e altro ancora.

Con la possibile eccezione di un centrocampista più creativo e migliore, attrezzato per abbattere ranghi difensivi ammassati, quanto potrebbero rimpiangere gli Spurs di non aver combattuto molto per riportare indietro Christian Eriksen? — questa squadra sembra pronta ad affermarsi in Premier League con un livello di profondità che dovrebbe consentirle di competere anche in Champions League. Il Tottenham ha avuto una squadra efficace che ha servito due dei migliori attaccanti che la Premier League abbia visto negli ultimi anni. Hanno tappato le lacune intorno a loro. Hanno un manager il cui acume tattico, capacità motivazionali e capacità di tirare fuori di più da coloro che allena (e anzi da coloro che li impiegano) sono eguagliati da pochi preziosi coetanei. Erano già la terza migliore squadra del campionato. Niente di quello che è successo quest’estate al Tottenham, Arsenale o Chelsea sembra averlo cambiato radicalmente. Sembrano sulla buona strada per le alte sfere della Premier League.

Vedi anche:  Scelte d'angolo: migliori scommesse, quote, pronostici per il derby Celtic vs. Rangers Old Firm, Man City vs. Liverpool, altro

… Ma è abbastanza per Conte?

La domanda che sicuramente passerà per la testa a Conte negli ultimi mesi di contratto è quale potrebbe essere il limite massimo di questa squadra in particolare. Dopotutto la sua squadra potrebbe essere stata la terza migliore in Inghilterra, ma era un abisso che li separava dalle luci brillanti della Premier League. La loro differenza xG di 25,89 è stata davvero impressionante, le squadre sopra di loro nella lista sembrano giocare uno sport diverso in termini statistici. Il Liverpool ha segnato 45.24, il Manchester City 55. I ritorni xG del Tottenham sono stati più vicini a quelli del Brighton e Palazzo di cristalloi loro punti hanno vinto il più vicino al Newcastle o, perire il pensiero, Manchester United.

Questo non è il tipo di divario che puoi colmare in una finestra di trasferimento, non importa quanto sia eccellente sulla carta. Gli Spurs hanno dimostrato che ai loro tempi possono competere allo stesso livello delle migliori squadre inglesi; con non poca fortuna hanno battuto il City in casa e fuori la scorsa stagione e sono stati sfortunati a non ottenere più di un punto ad Anfield a maggio. Quello che fanno i primi due che è difficile essere certi che il Tottenham possa credibilmente fare è spingere tutti gli altri sul loro cammino. Nel periodo in cui era in carica Conte, gli Spurs sono andati 15-3-4 contro squadre fuori dai primi sei. Il Liverpool è andato 19-0-2, il City 19-3-0.

La loro capacità di eguagliare i migliori in Europa in occasioni una tantum suggerirebbe una squadra che potrebbe essere adatta per una corsa profonda in Champions League. Certamente sulla carta esistono in quella groppa di cavalli scuri dietro, quelle sorprese, Liverpool e City. Eppure questo non sembra un abbinamento adatto alle competizioni di coppa. Notoriamente Conte ha lottato nel calcio continentale a parte la sua corsa alla finale di Europa League 2020, dove la sua squadra dell’Inter ha perso un vantaggio iniziale contro i perdenti del Siviglia. Nel frattempo gli Spurs possono a volte sembrare crivellati di nevrosi, le ultime vestigia del grande fianco di Mauricio Pochettino apparentemente appesantiti da anni e anni senza argenteria. Le prove del passato suggerirebbero che Conte e questa squadra dovrebbero essere adatti al campionato di calcio, il problema è che ci sono due squadre che si trovano di gran lunga meglio.

Vedi anche:  Milan e Inter vincono entrambi, lo scudetto si deciderà nell'ultima giornata

City e Liverpool sono macchine finemente messe a punto, quelle che sono state aggiornate gradualmente nel modo più preciso possibile in modo tale da avere il tipo di formidabile profondità a cui Conte può solo aspirare. Cosa ci vorrebbe per gli Spurs per abbinare in modo credibile queste due squadre? Potrebbe essere che la risposta più semplice sia realizzare di nuovo Kane and Son 24 con la scienza o la magia. Il Tottenham potrebbe ora avere un buon supporto per loro, ma Richarlison non è ancora come la cosa reale e il tempo scorre inesorabilmente verso il momento in cui gli Spurs dovranno trovarlo. Kane ha appena compiuto 29 anni, Son 30. Entrare nel loro quarto decennio non deve essere una campana a morto per la carriera di nessuno dei due giocatori, ma entrambi hanno un sacco di metri nelle gambe, nel caso del primo quelli hanno subito un bel po’ di shock al sistema. anni recenti.

Tutto questo Conte lo saprà, che il periodo migliore per vincere in grande con questa rosa è subito. Va notato che l’italiano, che per gran parte della scorsa stagione sembrava essere solo un passo lontano dall’aver smesso, ha parlato di costruire una rosa che possa crescere nei prossimi tre o quattro anni anche mentre parla su giovani come Spence come acquisti di club, non suoi. Ogni sua professione di affetto per il Tottenham viene ancora messa in guardia da quella frase ripetuta “in questo momento”.

“Sai, il calcio è sempre molto strano”, ha detto ai giornalisti durante la preseason. In questo momento sono molto felice di restare al Tottenham, sono molto felice di lavorare con questo gruppo di giocatori, di lavorare con il club.

“Non abbiamo problemi e stiamo cercando di creare un grande gruppo anche fuori dal campo con il club. In questo momento abbiamo un solo obiettivo: andare insieme nella stessa direzione. Penso che stiamo facendo bene con Daniele [Levy, club chairman] e con Fabio [Paratici, director of football].”

Già considerato uno dei migliori allenatori del mondo, la reputazione di Conte è stata rafforzata solo dai rapidi progressi compiuti dal Tottenham la scorsa stagione con solo poche aggiunte nella finestra di mercato. Se questo vincitore seriale, un uomo apparentemente dedito ai titoli di campionato, conclude che il divario tra Liverpool e City è troppo grande per essere colmato, potrebbe biasimarlo se il suo occhio si chiedesse in direzione di un club in cui i maggiori trofei sono più a portata di mano?

Previsioni audaci

  • Arrivo in Premier League: 3°
  • Capocannoniere: Heung-Min Son
  • Giocatore della stagione: Heung-Min Son
  • Qualcosa di inaspettato: Ryan Sessegnon ha una stagione di successo, che si conclude con un bottino combinato di gol e assist che è comodamente in doppia cifra
Articolo precedenteAnteprima della stagione 2022-23 dell’Arsenal Premier League, previsioni audaci: Gabriel Jesus può licenziare i Gunners tra i primi quattro?
Articolo successivoUna recessione ora inciderebbe sul prezzo del petrolio e del gas molto meno che in passato