Home Economia American Express guadagna il 14% in meno nel secondo trimestre… ma migliora...

American Express guadagna il 14% in meno nel secondo trimestre… ma migliora le previsioni

90
0

American Express ha presentato il risultati del secondo trimestre 2022conti che sono stati regolati con a 14% di calo dei profitti . L’istituto finanziario ha chiuso il trimestre con utile di 1.964 milioni dollari rispetto ai 2.280 milioni raggiunti un anno fa.

Anche il utile per azione dell’azienda è stata migliore di quanto previsto dal mercato, collocandosi nella $ 2,57 per azione contro i 2,4 dollari previsti dagli analisti. Dopo aver conosciuto queste cifre, le azioni della società sono aumentate del 2,10% a Wall Street.

D’altro canto, i ricavi sono aumentati del 31% in tasso interannuale, passando da 10.243 milioni di dodici mesi fa a $ 13,395 milioni di questo trimestre. Questi dati hanno migliorato l’aspettativa di consenso, che stimava ricavi inferiori di 860 milioni di dollari. Inoltre, nei tre mesi precedenti, le entrate sono state di 11,735 milioni di dollari.

Tuttavia, le spese sono aumentate ancora di più, fino al 32%. Quindi, se un anno fa i costi operativi di American Express ammontavano a 7.909 milioni di dollari, questa volta sono a livello di 10.442 milioni di dollari.

Vedi anche:  McCain compra snack vegetali olandesi

Anche, gli accantonamenti consolidati per perdite su crediti sono stati di $ 410 milioni, a fronte di un utile di 606 milioni di dollari di un anno fa. Questa modifica riflette principalmente una piccola riserva netta accumulata nel trimestre in corso, rispetto a un rilascio di riserve di $ 866 milioni un anno fa.

Sulla base dei risultati fino ad oggi ottenuti, la società ha alzato le sue previsioni per la crescita dei ricavi per l’intero anno da un intervallo dal 18% al 20% in un intervallo dal 23% al 25%, rispetto al consenso del 19,14%. L’azienda mantiene anche il suo intervallo di previsione degli utili per azione per l’intero anno compreso tra $ 9,25 e $ 9,65, contro $ 9,77 di consenso.

“Abbiamo avuto un secondo trimestre straordinario, con livelli record di entrate e spese di affiliazione, che riflettono la forza della nostra base clienti globale e il continuo slancio della nostra attività”, ha affermato. Stephen J. SqueriPresidente e CEO di American Express.

Vedi anche:  Acquisti deboli per l'Ibex 35 a causa delle rinnovate tensioni tra Cina e Stati Uniti

“Siamo riusciti a ottenere risultati eccezionali in un contesto macroeconomico complesso grazie a una serie di fattori, tra cui la portata e la forza della nostra base clienti globale, le decisioni che abbiamo preso durante la pandemia e la ripresa per supportare i nostri clienti e sfruttare le opportunità di crescita”.

“Noi aggiungiamo 3,2 milioni di nuove carte proprietarie nel trimestre, guidato dalla continua forte domanda per i nostri prodotti premium. Le acquisizioni delle nostre carte consumer in co-branding US Platinum, Gold e Delta hanno raggiunto ciascuna i massimi storici nel trimestre e abbiamo mantenuto alti livelli di fidelizzazione dei clienti”, ha affermato Squeri.

Allo stesso modo, l’amministratore delegato lo ha indicato l’andamento del prestito “rimane eccezionale, con insolvenze e addebiti prossimi ai minimi storici”.

Articolo precedentePerdite a Wall Street con focus su tecnologia, Twitter e Fed
Articolo successivoLa BCE di Lagarde dice “au revoir” alla famosa “guida in avanti”, cosa aspettarsi ora?