Home Salute Alti livelli di colesterolo buono riducono la mortalità da covid

Alti livelli di colesterolo buono riducono la mortalità da covid

157
0

Uno studio condotto da Servizio di Medicina Interna dell’ospedale pubblico La Paz e professionisti delle cure primarie La comunità di Madrid ha dimostrato che il mortalità da covid-19 era a 25% inferiore in quelle persone più di 75 anni che mostrano livelli di HDLc, il cosiddetto colesterolo buono, più alto prima dell’infezione.

Dalla ricerca, che ha analizzato i dati da 36.966 madrileni di età superiore ai 75 anni, ne consegue che Abitudini salutari, come seguire una dieta sana, mantenere un peso adeguato, fare esercizio fisico moderato e non fumare, fanno aumentare quel colesterolo e potrebbero ridurre notevolmente il rischio di sviluppare la malattia causata dal virus SARS-CoV-2 in modo grave, proprio in modo nota la Comunità di Madrid.

Sono stati pubblicati i risultati dello studio, “Livelli di colesterolo HDL prima dell’infezione e mortalità nei pazienti anziani infettati da SARS-CoV-2”. nella rivista scientifica ‘Atherosclerosis’.

dottore jOsé Maria Mostaza, Responsabile della Sezione di Medicina Interna dell’Ospedale Universitario di La Paz, è il principale ricercatore che ha contato su questo lavoro, che ha visto la partecipazione di diverse figure professionali del Ministero della Salute: la Primary Care Biosanitary Research and Innovation Foundation (FIIBAP) , la Direzione Generale della Sanità Pubblica, la Sottodirezione Generale della Farmacia, la Sottodirezione Generale della Ricerca Sanitaria, nonché il Servizio di Medicina Interna dell’Ospedale La Paz.

Vedi anche:  La Catalogna esclude lo screening covid nei rifugiati nonostante la raccomandazione dell'OMS

Il mortalità nei pazienti infetti con il coronavirus è dovuto principalmente a a risposta immunitaria esagerata induce danni polmonari e vascolari, con conseguente insufficienza respiratoria acuta e aumento del rischio di infezioni batteriche associate.

Difesa contro le infezioni

Le particelle HDL, dove viaggia il cosiddetto colesterolo buono, trasportano varie proteine ​​coinvolte nella difesa contro le infezioni e ridurre la tempesta infiammatoria, non solo dovuta al covid-19, ma anche ad altre infezioni.

Il colesterolo buono alto probabilmente indica a più di queste particelle e quindi un maggiore quantità di proteine ​​protettive contro l’infezione.

Pertanto, è possibile che la promozione di quei fattori che aumentano l’HDL come esercizio fisico regolare, non fumare o mantenere una dieta sana aiutare l’organismo a difendersi dalle infezioni in generale e dal covid-19 in particolare, riducendo la mortalità, secondo lo studio.

Il bassa concentrazione di colesterolo HDLc è associato ad un aumentato rischio di mortalità correlato all’infezione da SARS-CoV-2. Negli uomini è considerato basso quando è inferiore a 40 milligrammi per decilitro (mg/dl); nelle donne, inferiore a 50 mg/dl.

Vedi anche:  L'OMS non prevede a breve termine di richiedere l'adeguamento dei vaccini all'omicron

Lo scopo dello studio

Il obbiettivo dello studio era valutare la relazione tra i livelli di HDLc prima dell’infezione e la mortalità tra i pazienti più anziani infettati da SARS-Cov-2.

Lo studio ha incluso la conduzione di a analisi della popolazione di una coorte composta da tutti i persone residenti a Madrid nati prima del 1 gennaio 1945 e che al 31 dicembre 2019 avevano più di 75 anni.

I dati sono inclusi tra il 1 marzo 2020 e il 31 dicembre 2020. Delle 593.342 persone di età superiore ai 75 anni residenti a Madrid, 36.966 hanno avuto un’infezione da SARS-CoV-2 confermata nel 2020 e almeno un’analisi con valori di HDLc nei cinque anni precedenti. Di loro, 9.689 (26,2%) sono morti per covid-19.

Dopo aver regolato il dati per età e sesso, varie malattie, trattamento con statine e marker di malnutrizione, quelli infettati con HDL più elevati avevano una mortalità inferiore, il che implica che un HDLc elevato, misurato prima dell’infezione da SARS-CoV-2, era associato a un minor rischio di morte.

Questo studio sulla mortalità associata al colesterolo ha avuto il finanziamento di fondi covid-19 assegnato alla FIIBAP e una borsa di studio della Società Spagnola di Arteriosclerosi

Articolo precedenteDieci trucchi per ridurre i rischi per la salute se appendi i vestiti in casa
Articolo successivoReinfezione da Omicron: posso essere infettato due volte?