Home Salute Al via la sperimentazione clinica per un trattamento innovativo della sindrome dell’ovaio...

Al via la sperimentazione clinica per un trattamento innovativo della sindrome dell’ovaio policistico

80
0

Il ricercatore CIBERDEM presso il Sant Joan de Déu Research Institute – Hospital Sant Joan de Déu Barcelona, ​​​​Lourdes Ibáñez, sta conducendo uno studio clinico internazionale che valuterà un trattamento pionieristico in tutto il mondo per una patologia che colpisce tra il 5-10% delle donne di età riproduttiva, sindrome dell’ovaio policistico, nota come PCOS.

È uno dei disordini endocrini e metabolici più frequenti nelle donne in età riproduttiva, ma, allo stesso tempo, è una delle patologie più sconosciute alla popolazione generale. Inoltre, può favorire lo sviluppo di altre malattie come il diabete di tipo 2, il cancro prima della menopausa e l’ansia o la depressione, che influiscono sulla qualità della vita di queste persone. Questa sindrome può causare aumento dei peli corporei e dell’acne, periodi mestruali irregolari e problemi di fertilità.

Vedi anche:  Resti del virus della poliomielite trovati nelle acque reflue di New York

La sperimentazione clinica è diretta per la prima volta a curare la causa che produce questo disturbo, invece di limitarsi ad alleviarne i sintomi, come avviene attualmente. Infatti, il 98 per cento delle donne affette da questo disturbo viene trattato con contraccettivi orali per controllare alcuni dei sintomi.

“Questo progetto è molto importante perché, se l’efficacia del farmaco sarà confermata, sarà possibile per la prima volta invertire definitivamente le complicanze associate alla sindrome dell’ovaio policistico, come infertilità, diabete e bassa autostima”, ha commentato Ibáñez .

La sperimentazione clinica, denominata “SPIOMET4HEALTH”, e classificata come fase II, sarà condotta in Spagna (Barcellona e Girona), Italia, Danimarca, Turchia, Austria e Norvegia. Consiste nella valutazione di un trattamento per adolescenti e giovani donne affette da sindrome dell’ovaio policistico che affronti la causa principale della sindrome. Si tratta di una compressa giornaliera, che è una combinazione a basso dosaggio di tre farmaci presenti sul mercato da due o più decenni (spironolattone, pioglitazone e metformina), che, insieme a uno stile di vita sano, potrebbero normalizzare gli ormoni e l’ovulazione, e invertire così le alterazioni associate alla PCOS.

Vedi anche:  quale gelato alla vaniglia è stato ritirato dalla Sanità per il contenuto di 2-cloroetanolo

Il trattamento sarà effettuato per un anno, e il paziente sarà monitorato per altri 6 mesi, per verificare i cambiamenti che si verificano durante e dopo la medicazione. Un totale di 70 pazienti dovrebbero essere reclutati a Barcellona e 46 a Girona. I risultati serviranno come base per una sperimentazione clinica di fase III che consentirà di sfruttare questo nuovo approccio in tutta Europa; la successiva attuazione del trattamento consentirà al sistema sanitario di risparmiare tra i 500 ei 1.000 milioni di euro l’anno.

Articolo precedenteCos’è il coronavirus MERS?
Articolo successivoPremier League: programma della domenica del campionato, orari di inizio, titolo, primi quattro e scenari di retrocessione