Home Economia Acquisti in primo piano a Wall Street dopo il ritiro delle truppe...

Acquisti in primo piano a Wall Street dopo il ritiro delle truppe russe in Ucraina

83
0

Guadagni in primo piano a Wall Street dietro il chiusura leggermente ribassista lunedìdovuto il ritiro delle truppe russe in Ucraina, molto ben accolto dal mercato; e mentre gli investitori continuano ad analizzare i messaggi lanciati dal Riserva Federale (Fed) contenere l’inflazione.

Sul fronte geopolitico, la notizia che ha animato le borse mondiali è che il portavoce del ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, ha affermato che “i reparti dei distretti militari del Sud e dell’Ovest che hanno compiuto le loro missioni si stanno preparando questo martedì a tornare alle loro basi su treni e veicoli per il trasferimento delle truppe“.

Per la sua parte, Gli Stati Uniti hanno chiuso la loro ambasciata a Kiev e ha avvertito di “una drammatica accelerazione nel dispiegamento delle truppe russe“, come confermato dal Segretario di Stato americano, Anthony Blinken.

Intanto il Cancelliere tedesco, Olaf Scholtzha incontrato questo martedì con Vladimir Putin in Mosca in quello che è stato visto come l’ultimo contatto diplomatico prima che abbia luogo un movimento militare, che secondo gli Stati Uniti può iniziare questo mercoledì. Come pubblicato da ‘Infobae’, il ritiro delle truppe russe “è un buon segno”, ma ha sottolineato che “ce ne dovrebbero essere di più”. Scholtz ha auspicato una continuazione del dialogo che eviti i conflitti armati. “Sono espressamente d’accordo le opzioni diplomatiche sono tutt’altro che esaurite“, ha detto.

Vedi anche:  L'oro costa poco o è già costoso come rifugio? Tutto dipende da come si evolve la guerra

Dopo l’incontro con il presidente ucraino, Volodymyr ZelenskyScholtz chiese al Cremlino “chiari gesti di de-escalation” e ha osservato che i movimenti e gli schieramenti delle truppe russe al confine con l’Ucraina “non sono giustificatiDa parte sua, Zelenski ha ribadito che il suo Paese vuole rafforzare la sua alleanza con i Paesi occidentali e cercherà di entrare nell’Unione Europea, pur non escludendo l’adesione alla NATO.

In questo contesto, l’incertezza di breve termine è al suo massimo, per cui nei prossimi giorni è prevedibile un aumento della volatilità. “Siamo ancora intrappolati in un attesa tesa, questa settimana molto più tesa. Qualsiasi intervento russo in Ucraina ci porterebbe a realizzare la cosiddetta “Fase 2” quantitativa della nostra strategia di reazione, che consiste in ridurre l’esposizione in borsa del 10% su tutti i profili di rischio“, spiegano da Bankinter.

AUMENTI DEI TASSI DA PARTE DELLA FED

L’altro grande focus del mercato è la politica monetaria della Fed. Il presidente della St. Louis Fed, James Bullardha ribadito martedì che la banca centrale deve aumentare i tassi 100 punti base per luglio per controllare l’inflazione.

Vedi anche:  Wall Street accentua i suoi cali dopo le sanzioni statunitensi su Nord Stream 2

“Credo che dobbiamo anticipare di più il ritiro degli stimoli. L’inflazione ci ha sorpreso al rialzo ed è a livelli molto alti. In gioco c’è la nostra credibilità e dobbiamo reagire ai dati”, anche se “in modo organizzato e senza perturbare i mercati“, ha affermato.

Sul panorama economico è stato pubblicato l’indice manifatturiero Stato dell’Impero di New York e il Indice dei prezzi alla produzione da gennaio. Nella prima la cifra di 3,1 è stata lontana dal 12,15 stimato dal consenso. L’indice dei prezzi alla produzione si è invece attestato al 9,7%, superiore al 9,1% stimato, ma inferiore al 9,8% del mese precedente.

In altri mercati, petrolio Texas occidentale scende del 3,8% a $ 91,80; mentre il Euro apprezza lo 0,5% e passa a $ 1,1363. Inoltre, la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni sale al 2,041% e il oncia d’oro scende dello 0,8% ($ 1.853). Infine, il bitcoin rimbalza del 4% ($ 43.970).

Articolo precedentePronostici Manchester City vs. Sporting CP, quote, come guardare, streaming: 15 febbraio 2022 Scelte Champions League
Articolo successivoUEFA Champions League, calendario, quote: scelte d’angolo per PSG contro Real Madrid, Inter contro Liverpool, altro