Home Economia A Wall Street prevalgono le vendite: Morgan Stanley consiglia di essere difensivo

A Wall Street prevalgono le vendite: Morgan Stanley consiglia di essere difensivo

69
0

Wall Street ha registrato un leggero calo dopo Chiusura rialzista di lunedìche ha permesso agli indici di New York di avvicinarsi ancora di più ai massimi storici.

Gli investitori stanno ancora guardando la guerra in Ucraina e il ulteriori sanzioni che l’Unione Europea intende approvare nei confronti della Russiadopo l’orrore e i crimini di guerra scoperti dopo il ritiro delle truppe russe dalle città vicino a Kiev, come Bucha.

Inoltre, il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti impedirà alla Russia di pagare il suo debito in dollari attraverso conti nelle banche americane, come ha fatto dall’inizio dell’invasione.

Puoi consultare qui la trasmissione speciale in diretta di ‘Bolsamanía’ sulla guerra.

D’altro canto, Decretati lockdown di massa in Cina Per contenere l’ondata di Covid-19 che sta colpendo il colosso asiatico, stanno creando nuovi colli di bottiglia nei porti. Questo causerà ulteriori stress nella catena di approvvigionamento e supporrà una nuova pressione addizionale per l’inflazione.

Nel panorama economico, il riferimento fondamentale della settimana è il Verbale della riunione della Fed, tenutasi il 16 marzo e sarà pubblicata questo mercoledì. La Fed ha inviato un messaggio duro (“da falco”) e Powell ha anticipato la riduzione del saldo (possibilmente nella riunione del 4 maggio) perché la discussione è stata avanzata, il che dà più interesse al verbale”, affermano gli esperti di Bankinter.

Vedi anche:  Wall Street si sta riprendendo dolcemente dopo i tagli bruschi questo mercoledì

In questo senso, il governatore della Fed La la Brainardnormalmente un sostenitore della politica facile e dei tassi bassi, che in un discorso a un dibattito della Fed di Minneapolis ha anticipato una riduzione anticipata del saldo “a un ritmo rapido”: “Attualmente, l’inflazione è troppo alta e soggetta a rischi al rialzo. Il Comitato è pronto a intraprendere un’azione più incisiva se gli indicatori di inflazione e le aspettative di inflazione indicano che tale azione è giustificata”.

“La Fed cerca di controllare l’inflazione e crede che l’economia e il mercato del lavoro rimani abbastanza forte per assimilare l’inasprimento delle condizioni finanziarie”, aggiungono. Tuttavia, il inversione delle curve dei rendimenti tra obbligazioni a breve ea lunga scadenza indica un elevato rischio di recessione nei prossimi 6-18 mesi.

Per gli strateghi Morgan Stanleyil rimbalzo delle borse dai minimi di marzo è un “rally all’interno di un mercato ribassista“, che ha lasciato un mercato “ipervenduto”. A suo avviso, la cosa giusta da fare è adottare “una posizione difensiva”.

Non crediamo che ci sarà una recessione quest’anno. Ma forse l’anno prossimo sì. I mercati si muoveranno in modo difensivo”, ha aggiunto il Chief Strategist Mike Wilson.

Vedi anche:  Cadute diffuse in Asia con la Corea del Sud in testa dopo il rialzo dei tassi

Tuttavia, analisti JP Morgan l’ho ricordato l’S&P 500 in genere aumenta in media del 15% poiché si verifica l’inversione della curva dei rendimentiquindi rimangono costruttivi sulle azioni almeno per i prossimi sei mesi.

Inoltre, questo giorno ha conosciuto il PMI del settore dei servizi negli Stati Uniti ha raggiunto 58,3 punti a marzo, che rappresenta un leggero aumento rispetto ai 56,5 di febbraio, ma in linea con i 58 stimati dal consenso. “I fornitori di servizi hanno segnalato un marcato aumento dei nuovi ordini alla fine del primo trimestre, poiché l’acquisizione di nuovi clienti e l’ulteriore allentamento delle restrizioni COVID-19 hanno rafforzato le condizioni della domanda. Il ritmo di crescita delle nuove attività è stato il più veloce da giugno 2021 e più rapido rispetto alla media della serie”, spiegano da S&P.

In altri mercati, il barile di greggio Texas occidentale è rimbalzato dello 0,77% ($ 104,08) e il barile di Brent è avanzato dello 0,66% ($ 108,24), mentre il Euro si deprezza dello 0,07% ($ 1,0962). Oltre al oncia d’oro apprezza lo 0,32% ($ 1.940). Infine, il bitcoin in aumento dell’1,2% ($ 46.397); e la redditività di Obbligazione statunitense di 10 anni avanza al 2,454%.

Articolo precedenteAl di sopra dei massimi di marzo, il semiconduttore SOX confermerebbe un dato di ritorno
Articolo successivoProbabilità Manchester City vs Atletico Madrid, scelte, come guardare, live streaming: 5 aprile 2022 Scommesse Champions League