Il circuito di Anderstorp è pronto ad accogliere i bolidi del Mondiale Turismo e le S-2000 della Formula Master. Tutto è pronto sul tracciato scandinavo, in Svezia, per il 7° round del WTCC e il 5° appuntamento stagionale della IFM. Un circuito quello svedese, situato a 130 chilometri ad Est di Goteborg, che ha ospitato cinque volte il FIA European Touring Car Championship (dal 1984 al 1987 e di nuovo nel 2002 e nel 2003).

L'evento di questo fine settimana segna anche il ritorno di un FIA World Championship dopo la bellezza di tre decenni. Già perchè in passato Anderstorp fu teatro di avvincenti sfide anche della Formula 1, col Gp di Svezia dal 1973 al 1978. Sei edizioni della massima Formula che rimangono segnate negli annali del Grande Circus, perché hanno salutato la prima e unica vittoria di due rivoluzionarie ma strane monoposto: quella di Jody Scheckter e Patrick Depailler nel 1976, che hanno chiuso rispettivamente al primo e secondo posto con una Tyrrell P34s a sei ruote. Due anni dopo Niki Lauda regalò il successo alla Brabham BT46B "fan car", dotata di un motore a 12 cilindri dell'Alfa Romeo adattato con un ventilatore che aumentava le prestazioni. E proprio dopo il Gran Premio di Andestorp, la macchina fu immediatamente bandita dai regolamenti FIA, ma mantiene ancora il record con l'1:24.836 dell'ex campione austriaco. Insomma ingredienti e statistiche per vivere un'altro fine settimana all'insegna dello spettacolo pare proprio ci siano tutti …


Stop&Go Communcation

Il circuito di Anderstorp è pronto ad accogliere i bolidi del Mondiale Turismo e le S-2000 della Formula Master. Tutto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/367365.jpg Wtcc: Rotta verso Anderstorp fra statistica e cultura svedese