Per la prima volta nella storia del Wtcc il Campione del Mondo in carica non avrà la possibilità di difendere il proprio titolo: Andy Priaulx ha dovuto cedere il passo alle super Seat di Yvan Muller e Gabriele Tarquini, gli unici due piloti che abbiano la possibilità di portare a casa il Campionato del Mondo, che per la prima volta uscirà dai confini britannici. Dopo la storica vittoria nel Mondiale con una gara di anticipo la Seat avrà il piacere di vedere un sincero duello tra i suoi due alfieri: Muller e Tarquini hanno già dichiarato di avere ricevuto la più completa 'libertà di battaglia' da Jaime Puig, il boss della Seat Sport. Il vantaggio di Muller è però consistente: ben 14 punti su 20 conquistabili, un'enormità. Ma a Macao, la Montecarlo del Wtcc, 14 lunghezze possono essere perse in un attimo. Ed è per questo che Muller si è prodotto in dichiarazioni molto caute, così come d'altra parte ha fatto Tarquini ('ho solo il 10% di possibilità di tornare a casa con il titolo).

Ma la tensione non c'è solo per la vittoria della corona di Campione del Mondo: Rob Huff, terzo a 13 punti da Tarquini, ha dichiarato che il suo distacco dall'italiano "è praticamente nullo in una pista come Macao, dove tutto può accadere. Non è la prima volta che un pilota passa da protagonista a comparsa nel giro di una sola curva sul tracciato asiatico, e se ciò dovesse accadere a Gabriele io farò di tutto per essere lì a sfruttare la situazione. In ogni caso, non vedo l'ora di correre in questo magnifico tracciato."

Huff è a sua volta insidiato da Rydell, staccato di un solo punto dall'inglese, e deciso più che mai a regalare anche il terzo posto alla Seat, il che sarebbe il degno specchio della superiorità schiacciante delle vetture spagnole in questa stagione. Da non sottovalutare il Campione del Mondo Andy Priaulx, deciso a giocarsi il titolo di 'best of the rest' con Huff e Rydell (benchè abbia ancora una chance matematica per conquistare il secondo posto, se Tarquini non dovesse andare a punti e il britannico vincesse entrambe le manches). Staccato di soli 6 punti da Huff, il numero 1 è considerato il re di Macao, dove ha ottenuto i suoi storici successi ed ha sempre garantito un grande spettacolo. Una fonte interna al team Rbm ci ha confermato che l'obiettivo principale resta il terzo posto nel Mondiale, importante per affermare la superiorità della BMW almeno nei confronti delle altre vetture motorizzate a benzina.

Anche Jorg Muller, l'altro aspirante al titolo di miglior pilota spinto da un motore a benzina, è dell'avviso che i diesel siano da considerare di un'altra categoria, e con la sua esperienza non farà certo da comparsa a Macao, una delle sue piste preferite, nonostante le 13 lunghezze di ritardo da Huff. Staccato di soli due punti il compagno di squadra di Jorg, Augusto Farfus, deciso a mostrare il proprio valore anche in seno al team Schnitzer. Ultimo pilota ad avere un barlume di speranza per cogliere il terzo posto nel Mondiale è Jordi Genè, protagonista di una stagione piuttosto opaca e con 20 punti di ritardo nei confronti di Huff, ma soprattutto ben 47 rispetto al suo 'caposquadra', Yvan Muller, che potrebbe addirittura arrivare a doppiarlo! Solo un cataclisma potrebbe permettere allo spagnolo di aggiudicarsi il terzo posto in classifica, ma a Macao, come ci insegna la Storia del Wtcc, tutto è possibile. Da segnalare gli espertissimi Menu e Larini: lo svizzero è sempre un candidato alla vittoria di tappa, specie in un circuito difficile come Macao, mentre l'italiano cerca ancora la vittoria che non è mai riuscito a cogliere nel Mondiale, forte del secondo posto ottenuto nell'ultima gara del 2007 proprio tra i guard rail della pista asiatica.

Infine, Thompson e Couto, con le loro Honda Accord Euro R, pronti a dare battaglia ed a proporsi come mine vaganti, inserendosi tra chi lotta per il titolo e per le altre posizioni in classifica generale: tutti conoscono la grandissima abilità al volante di Thompson, che qui lo scorso anno conquistò uno stupefacente terzo posto nel Mondiale, rimanendo peraltro l'unico a poter insidiare il titolo di Priaulx fino all'ultima gara, mentre Andrè Couto conosce perfettamente il circuito cittadino di Macao ed è tra i candidati a fare un'ottima figura in casa.

Il weekend di Macao scatterà tra poche ore, alle 5.20 ora italiana, con la sessione di test concessa dalla Fia sul tracciato macanese. Le qualifiche si terranno Venerdì mattina, come di consueto nell'ultimo appuntamento della stagione, alle 8.50 ora italiana, mentre le gare avranno luogo Domenica mattina alle 5.05 ed alle 6.25. Come sottolineato da Rob Huff, la vicinanza tra le partenze delle due gare renderà difficili le riparazioni tra la prima e la seconda manche sulle macchine di chi ha subito danni in gara 1 ancor più che nelle gare europee, il che aggiungerà pressione sui piloti che dovranno dare il massimo senza però mettere a rischio l'integrità delle vetture.

Nella foto, Yvan Muller e Gabriele Tarquini in un testa a testa

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Per la prima volta nella storia del Wtcc il Campione del Mondo in carica non avrà la possibilità di difendere […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/471752.jpg Wtcc – Macao, preview: Cala il sipario sul Mondiale. Muller o Tarquini? E non solo…