Il Mondiale Turismo torna in pista dopo una pausa di tre settimane. Teatro del grande ritorno ad Imola, il Gran Premio d'Europa si preannuncia combattutissimo e pieno di stimoli per i piloti. A comandare la classifica sono sempre Yvan Muller e Gabriele Tarquini, staccati di soli due punti con il francese in testa al Mondiale. Dopo la manovra di dubbio gusto effettuata ai danni di Priaulx il pilota italiano è rimasto a bocca asciutta nel weekend tedesco, mentre il transalpino ha allungato il suo vantaggio sul compagno di squadra di un punticino che potrebbe risultare decisivo a fine stagione. Dietro di loro proprio il Campione del Mondo in carica. La sua BMW numero 1 ha conquistato finora 53 punti, 11 in meno di Gabriele Tarquini, che gli ha precluso la possibilità almeno di un podio ad Oschersleben dove, partito nelle retrovie, è riuscito a conquistare un'eccezionale quinta piazza. Da non sottovalutare Rydell, a quota 51, che mette sul piatto la sua esperienza ultraventennale ed un talento indiscutibile. Dietro di loro due giovani rampanti: Rob Huff, protagonista di una stagione al vetriolo con 10 punti in più rispetto al compagno di squadra più vicino, il grande Alain Menu, ed a pari punti con l'ottimo Félix Porteiro, anche lui a quota 50 ed interpete di un'annata che l'ha portato ad essere vicinissimo alla leggenda del touring Andy Priaulx, migliore BMW fino a questo momento. Seguono Farfus, Genè e Jorg Muller a pari punti, davanti alle Chevrolet di Menu e Larini, un po' in ombra fino ad ora.

Con 70kg di zavorra derivante da quello che per loro è stato un weekend scintillante ad Oschersleben, Huff e Porteiro si presentano piuttosto svantaggiati su un tracciato pieno di saliscendi in cui l'aumento di peso si sente molto. Farfus ed Yvan Muller lamentano 66kg in più sulla bilancia, con Tarquini costretto a portarne 2 in meno. Priaulx e Rydell dovranno cercare di sfruttare al meglio la situazione, con "soli" 53 e 51 kg di success ballast, rispettivamente. Da non sottovalutare Menu, che per l'occasione sfoggerà una lvrea particolarissima di colore nero e dorato e porterà 45 kg di zavorra. Nicola Larini, pilota di casa insieme a Zanardi, avrà solo 30 kg di peso extra e dovrà far valere questo gran vantaggio se vuole sperare di raddrizzare una stagione difficile. A proposito di Zanardi, il pilota di Castelmaggiore è nato proprio nelle vicinanze del tracciato di Imola: che sia lui la grande sorpresa del weekend, che manderebbe in visibilio i tifosi che si preannunciano numerosissimi?

Le macchine scenderanno in pista per la prima volta sulla pista nuova di zecca venerdì alle 15.00, per la sessione di test che inaugurerà il tracciato.

Nella foto, il field del Wtcc

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Il Mondiale Turismo torna in pista dopo una pausa di tre settimane. Teatro del grande ritorno ad Imola, il Gran Premio d'Europa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/priaulx.jpg Wtcc – Imola preview: L’Enzo e Dino Ferrari riapre i battenti in grande stile