Ci pensa Alain Menu a mantenere imbattuta (e imbattibile?) la Chevrolet in questo inizio di stagione del WTCC. Con Yvan Muller che non è andato oltre il 8° posto, fermato nei suoi progetti di rimonta dalla natura tortuosa del circuito, Gara 2 a Valencia celebra la vittoria dello svizzero che ha sfruttato la possibilità di scattare invece dalla prima fila.

Menu si è portato in testa al secondo tentativo di attacco su Stefano D’Aste (nel precedente, con mestiere, l’elvetico ha ridato strada al genovese per aver calcato un po’ troppo la mano), e nel finale ha dovuto tenere sotto controllo l’arrembante Tom Coronel. Grande brivido all’ultimo giro, quando l’olandese ha tentato di infilarsi all’interno del rivale, toccando il posteriore della sua Cruze. Menu è stato abilissimo nel domare l’effetto-pendolo innescato e a rimanere davanti, mentre Coronel ha dovuto stringere i denti fino al traguardo.

D’Aste, pur perdendo due posizioni per due sbavatura di guida, festeggia comunque un bel terzo gradino del podio e il successo tra gli Indipendenti, precedendo altre due BMW: quelle di Norbert Michelisz e Franz Engstler.

6° piazza per Rob Huff, davanti al driver di casa Pepe Oriola e al campione in carica Muller, che a poche curve dal termine ha compiuto una piccola escursione nella ghiaia tradito da olio sull’asfalto da un altro concorrente.

Gabriele Tarquini è giunto 9°, davanti a Mehdi Bennani: per il marocchino del Proteam arriva così il primo punticino della stagione per la classifica assoluta, mentre il compagno Isaac Tutumlu si è distinto per la bagarre con Aleksei Dudukalo (partito al rallentatore) e Tiago Monteiro.

Nelle retrovie scintille al via con il testacoda di un incolpevole Alberto Cerqui, ritirato insieme a Tom Boardman e Gabor Weber. Un problema alla sospensione anteriore destra ha invece fermato la Ford di James Nash.

Prossimo round per il Mondiale Turismo fra due settimane sul tracciato cittadino di Marrakech.

Classifica

01. Alain Menu – Chevrolet – 13 giri
02. Tom Coronel – BMW – +0.861
03. Stefano D’Aste – BMW – +1.306
04. Norbert Michelisz – BMW – +1.629
05. Franz Engstler – BMW – +1.901
06. Robert Huff – Chevrolet – +3.007
07. Pepe Oriola – Seat – +5.704
08. Yvan Muller – Chevrolet – +6.368
09. Gabriele Tarquini – Seat – +15.044
10. Mehdi Bennani – BMW – +15.306
11. Isaac Tutumlu – BMW – +19.838
12. Aleksei Dudukalo – Seat – +21.166
13. Tiago Monteiro – Sunred – +21.865
14. Alex MacDowall – Chevrolet – +23.167
15. Tom Chilton – Ford – +25.024
16. Pasquale Di Sabatino – Chevrolet – +27.071
17. Andrea Barlesi – Sunred – +50.229
18. Fernando Monje – Sunred – +1:04.377
19. Charles Ng – BMW – a 3 giri

Ritirati

20. James Nash – Ford – 8 giri
21. Darryl O’Young – Seat – 4 giri
22. Alberto Cerqui – BMW – 1 giro
23. Tom Boardman – Seat – 0 giri
24. Gabor Weber – BMW – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Ci pensa Alain Menu a mantenere imbattuta (e imbattibile?) la Chevrolet in questo inizio di stagione del WTCC. Con Yvan […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/04/wtcc-010412-021.jpg Valencia, Gara 2: Vince Menu, Chevrolet ancora imbattuta