La stagione 2013 del WTCC consacra un nuovo big: Michel Nykjaer. Con la vittoria in Gara 2 al Moscow Raceway, la seconda in carriera, il veloce pilota danese vola addirittura al terzo posto in classifica generale.

Decisivo, per l’alfiere del team NIKA Racing, il sorpasso compiuto al settimo giro nei confronti del poleman Mehdi Bennani, che si era difeso con i denti dopo un iniziale tentativo di fuga. Da quel momento, invece, a scappare è stato proprio Nykjaer, avvicinato nel finale dal solo Yvan Muller: troppo tardi però per il francese, che si è accontentato di chiudere secondo dopo una delle sue solite rimonte dalla decima piazza.

Due Chevrolet davanti a tutti quindi, proprio nella pista apparsa più congeniale alla trazione posteriore delle BMW. Resta un grande rimpianto per Bennani, poi autoeliminatosi dai giochi che contano con un testacoda, e per Tom Coronel, incappato in un contatto con James Thompson sul rettifilo principale, in uno spettacolare confronto a cinque che vedeva affiancati anche lo stesso Muller, Gabriele Tarquini e Rob Huff.

L’olandese (vanificando un avvio fulmineo) alla fine terminerà 14°, mentre l’alfiere della Lada si è dovuto ritirare per i danni rimediati dalla sua Granta. A cogliere il terzo gradino del podio è stato così il campione in carica, che ha preceduto l’altra Seat di Pepe Oriola e la Honda di Norbert Michelisz.

Sesta piazza per Tom Chilton, davanti a Tarquini. L’abruzzese non ha vissuto un weekend particolarmente positivo in Russia, e vede il leader Muller allontanarsi sempre di più in campionato, dove sembra ormai quasi irraggiungibile: a separarli, adesso, sono ben 113 lunghezze.

In zona punti anche Stefano D’Aste, Darryl O’Young e James Nash.

Grande rammarico per Charles Ng, che avrebbe dovuto scattare dalla prima fila. Il driver di Hong Kong, coinvolto nell’incidente allo start di Gara 1, si è dovuto schierare in fondo al gruppo nonostante l’incredibile corsa contro il tempo del Team Engstler per sistemare la vettura, e presto dovuto alzare bandiera bianca.

Il prossimo round per il WTCC è in programma sul circuito cittadino di Oporto, in Portogallo.

Classifica

  1. Michel Nykjaer – Chevrolet – 13 giri
  2. Yvan Muller – Chevrolet – +0.379
  3. Robert Huff – Seat – +6.418
  4. Pepe Oriola – Seat – +7.494
  5. Norbert Michelisz – Honda – +8.075
  6. Tom Chilton – Chevrolet – +8.682
  7. Gabriele Tarquini – Honda – +9.537
  8. Stefano D’Aste – BMW – +10.306
  9. Darryl O’Young – BMW – +13.427
  10. James Nash – Chevrolet – +14.223
  11. Alex MacDowall – Chevrolet – +16.581
  12. Tiago Monteiro – Honda – +17.560
  13. Marc Basseng – Seat – +18.776
  14. Tom Coronel – BMW – +20.716
  15. Franz Engstler – BMW – +21.031
  16. Mehdi Bennani – BMW – +22.834
  17. Nikolai Karamyshev – Seat – +23.852
  18. Fernando Monje – Seat – +24.400
  19. Rene Munnich – Seat – a 2 giri

Ritirati

  • Mikhail Kozlovskiy – Lada – 7 giri
  • James Thompson – Lada – 4 giri
  • Charles Ng – BMW – 1 giro

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

La stagione 2013 del WTCC consacra un nuovo big: Michel Nykjaer. Con la vittoria in Gara 2 al Moscow Raceway il pilota danese vola al terzo posto in classifica.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/wtcc-nykjaer-090613-03.jpg Moscow Raceway, Gara 2: Nykjaer entra nel gruppo dei big