Spettacolare inizio della nuova stagione per il WTCC in scena questo fine settimana a Monza. Si è conclusa da poco la prima delle due corse domenicali, andata nelle mani del campione del mondo in carica Yvan Muller al termine di una gara entusiasmante e ricca di colpi di scena.

Scattato dalla seconda piazzola, l’alfiere francese della Chevrolet ha terminato al comando sfruttando lo strapotere della propria Cruze 1.6T e imponendosi nei confronti della Leon di Gabriele Tarquini, combattivo nei primi giri nel tentare di mantenere la testa prima di alzare bandiera bianca. L’abruzzese, che prima della gara aveva tra l’altro anche cambiato il motore, ha dovuto cedere il passo a Muller a causa di un errore alla seconda di Lesmo prima di farsi sopravanzare anche dal britannico Robert Huff.

Ad ostacolare il dominio Chevrolet, più che gli avversari, sono state le faide interne del team anglo-americano: mentre Muller è stato per gran parte della gara a lottare con Tarquini, Huff e Menu se le sono suonate a dir poco di santa ragione. Lanciatisi avvicendevolmente nella ghiaia in un contatto alla prima di Lesmo, i due sono stati costretti ad accorciarsi le maniche per rimontare nella feroce bagarre della top ten, con l’inglese eccellentemente riportatosi in seconda posizione ma con l’elvetico rimasto bloccato in una deludente settima piazza.

Rickard Rydell a bordo della sua wild-car targata Chevrolet è giunto quarto cercando all’ultima tornata di sopravanzare la Leon dell’italiano. Buon quinto posto per Tom Coronel, primo delle BMW, addirittura eccellente la performance del debuttante Pepe Oriola, sesto con la Seat e vincitore del Trofeo Yokohama. Top ten chiusa da Alex MacDowall, Norbert Michelisz ed Alberto Cerqui. Giornata negativa per le Ford Focus dell’Arena Motorsport, tredicesima con Tom Chilton e sedicesima con James Nash, quest’ultimo vittima di un danneggiamento all’anteriore.

Diversi gli incidenti susseguitisi in pista: un contatto ha rovinato le gare di Charles Ng e Gabor Weber, alla start invece tre vetture sono rimaste bloccate alla prima curva nei momenti di bagarre. Delusione per Tiago Monteiro e Aleksei Dudukalo, ritirato per un guasto meccanico. Da segnalare la performance estremamente sfortunata dell’italiana Proteam Racing, out con entrambe le BMW: Isaac Tutumlu è stato coinvolto in uno scontro con Andrea Barlesi, mentre Mehdi Bennani ha dovuto parcheggiare per un problema al motore fornito dalla casa tedesca, causando tra l’altro anche l’intervento della Safety Car in pista.

Il giro più veloce è stato ottenuto alla seconda tornata da Rickard Rydell in 1:59.116.

Appuntamento alle 17:05 per Gara 2.

Classifica

01. Yvan Muller – Chevrolet – 12 giri
02. Robert Huff – Chevrolet – +0.446
03. Gabriele Tarquini – Seat – +2.305
04. Rickard Rydell – Chevrolet – +2.745
05. Tom Coronel – BMW – +3.796
06. Pepe Oriola – Seat – +6.111 *
07. Alain Menu – Chevrolet – +6.326
08. Alex MacDowall – Chevrolet – +8.287 *
09. Norbert Michelisz – BMW – +8.431 *
10. Alberto Cerqui – BMW – +9.257 *
11. Stefano D’Aste – BMW – +9.465 *
12. Franz Engstler – BMW – +12.082 *
13. Tom Chilton – Ford – +12.668
14. Pasquale Di Sabatino – Chevrolet – +15.886 *
15. Charles Ng – BMW – +48.135 *
16. James Nash – Ford – +56.503
17. Gabor Weber – BMW – +1 giro *

Ritirati

18. Aleksei Dudukalo – Seat – +2 giri *
19. Isaac Tutumlu – BMW – +10 giri *
20. Andrea Barlesi – Seat – +11 giri *
21. Mehdi Bennani – BMW – +11 giri *
22. Tiago Monteiro – Seat – +12 giri

* = Trofeo Yokohama

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Spettacolare inizio della nuova stagione per il WTCC in scena questo fine settimana a Monza. Si è conclusa da poco […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/AA2_3195.jpg Monza, Gara 1: Doppietta Chevrolet con Muller ed Huff