Un bel sole incornicia la pista di Marrakech, dove lo spettacolo non mancherà di certo e gli incidenti sono all'ordine del giorno.

Stupenda la partenza di Huff che rimane in testa nonostante la Leon TDi di Tarquini sia molto più performante in rettilineo, e quindi favorita nella partenza lanciata. Rydell viene stretto al muro da Jorg Muller, che aveva appena tamponato Alain Menu; lo svedese termina la sua gara e probabilmente il weekend, causando l'ingresso della Safety Car. Nell'incidente Alex Zanardi danneggia la sua 320si ma continua la gara.

Gran partenza di Bennani, nono e sorprendentemente leader tra gli indipendenti, e di Menu, settimo. Franz Engstler è secondo tra gli indipendenti, seguito da Coronel e Porteiro.

Ottima ripartenza per Huff, che prende un certo margine su Tarquini. Nessuno scambio di posizioni nel corso del terzo giro, il primo dopo la Safety Car. Nella tornata successiva Engstler supera Zanardi, perdendo lo specchietto nella manovra di sorpasso. L'italiano perde diverse posizioni e si ferma, quasi sicuramente per l'incidente di cui è stato protagonista con Rydell.

Il duo di testa composto da Huff e Tarquini ha ormai un margine consistente su Yvan Muller, Genè, Monteiro, Larini e Menu che formano un trenino abbastanza compatto. Leggermente staccati Jorg Muller, Bennani e Priaulx che lottano per l'ottava piazza.

Al sesto giro, d'Aste tampona Poulsen nel tentativo di superarlo ed il pilota del Team Engstler si gira e sbatte leggermente contro il muro dopo un pericoloso volo sul cordolo; il driver della BMW rientra in corsia box, con la vettura danneggiata. Nel corso della stessa tornata Jaap van Lagen, che viaggiava in una buona 18esima posizione, deve scontare un Drive Through.

Nel frattempo Engstler, Farfus e Coronel si avvicinano sempre di più a Priaulx, il quale a sua volta sta inseguendo Bennani e Jorg Muller. Il pilota marocchino, però, fa sorprendentemente segnare addirittura il giro più veloce, avvicinandosi sempre di più al tedesco della BMW.

Il vantaggio di Huff su Tarquini continua ad aumentare, mentre le BMW sembrano non riuscire ad approfittare delle maggiori difficoltà delle trazioni anteriori riguardo al consumo di gomme. Al decimo giro Coronel è sempre più veloce e pressa Augusto Farfus, che cerca disperatamente di difendere la sua 12esima piazza. Priaulx, per contro, sembra un po' più in forma e si avvicina all'eroe locale Bennani. Nel corso della stessa tornata, Coronel commette un errore e va a sbattere, dopo aver preso il cordolo troppo violentemente. La direzione gara sceglie di non impiegare la Safety Car. Porteiro passa dunque in terza posizione, davanti a Colak.

L'undicesimo giro vede Yvan Muller commettere un errore, con Genè che ne approfitta e passa terzo. Monteiro rimane invece in quinta posizione, ma va all'attacco del francese. Shapovalov si gira, ma non tocca le barriere.

La gara termina dunque così, con il primo vincitore non-Seat dell'anno. Una gara perfetta per Rob Huff, con Tarquini che non è mai riuscito a trovare il guizzo necessario per superarlo. Seguono Genè, Yvan Muller, Monteiro, Larini, Menu e Jorg Muller, che partirà in pole in Gara 2. Incredibile la prestazione di Bennani, profeta in Patria al debutto, con una splendida vittoria tra gli indipendenti ma un'ancora più straordinaria nona posizione assoluta, appena davanti ad Andy Priaulx, che chiude la Top Ten.

Buon secondo posto per Engstler tra gli indipendenti, davanti a Porteiro, Colak e d'Aste.

Rob Huff (Chevrolet Europe – RML – Chevrolet Cruze):
"E' stato incredibile. Ho semplicemente cercato di rimanere fuori dai guai, specialmente in partenza in cui Yvan Muller ha cercato di spingermi verso sinistra. Ho cercato di essere il più morbido possibile sui cordoli, per evitare forature, ed alla fine tutto è andato alla perfezione. Ringrazio la Chevrolet ed il Team RML per la macchina perfetta che mi hanno messo a disposizione."

Nella foto, Rob Huff con Eric Néve

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Un bel sole incornicia la pista di Marrakech, dove lo spettacolo non mancherà di certo e gli incidenti sono all'ordine […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wtcchuffmar2.jpg Marrakech – Gara 1: Huff perfetto davanti a Tarquini e Genè. Strepitoso Bennani, vincitore tra gli Indipendenti al debutto