I futuri regolamenti tecnici del WTCC stanno attirando l’interesse di molti costruttori, ma quasi sicuramente porteranno la BMW a uscire di scena in modo definitivo, dopo aver presenziato a tutte le edizioni fin qui disputate.

Jens Marquardt, direttore sportivo della casa tedesca, ha spiegato ad Autosport come l’attuale propulsore 1.6 turbo che spinge le 320 TC non sia in grado di sostenere le modifiche previste per il 2014, votate a un deciso aumento di prestazioni.

“Non vedo come si possa mettere insieme un propulsore per regole che non sono state nemmeno fissate. Si parla di circa 400 cavalli, per noi sono impossibili da raggiungere. Non abbiamo realizzato un Global Race Engine, il nostro motore deriva dalla serie”.

“Siamo già al limite, la FIA mira a prestazioni oltre la nostra portata. Anche se il motore TC è abbastanza valido, non è il migliore dei nostri progetti da un punto di vista commerciale. Non c’è granché di fattibile”.

La decisione presa a Monaco di Baviera è destinata a mettere in difficoltà le sue squadre clienti, che dovranno valutare altri impegni agonistici o un cambio di partner.

Lo ha ammesso Dominik Greiner, boss della “fedelissima” Wiechers Sport: “Ci piacerebbe rimanere con la BMW, perchè è un marchio fantastico, ma potrei aver necessità di guardare altrove. Spero di saperne di più il prima possibile. Per tutte le scuderie impegnate, non è corretto dover aspettare le scelte dei nuovi costruttori. Spero che i cambiamenti vengano posticipati di un anno”.

Da notare che, nonostante tutto, la griglia 2013 vede proprio nella BMW il brand più rappresentato con ben 8 partenti.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

I futuri regolamenti del WTCC stanno attirando l’interesse di molte case, ma quasi di sicuro porteranno la BMW a uscire di scena in modo definitivo.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/06/wtcc-bmw-060613-01.jpg La BMW si chiama fuori: via dal WTCC con i regolamenti 2014