Yvan Muller ha vinto una gara dominata dalla pioggia. Il francese ha preceduto il compagno di squadra Rob Huff e un costante Gabriele Tarquini, che ha portato a casa punti importanti.

In partenza, con pista asciutta, Kristian Poulsen aveva conquistato la testa ma è stato centrato alla prima curva da Norbert Michelisz, autore di una staccata a dir poco ottimista; l’ungherese ha posto fine alla gara di entrambi.

Coronel ha dunque preso la leadership della gara davanti a Menu, ma nel frattempo la grande protagonista di questa gara, la pioggia, è entrata in scena. Gabriele Tarquini è stato bravissimo a sfruttare la situazione, portandosi in testa nel corso del secondo passaggio. Subito dopo la direzione gara ha prudentemente e giustamente esposto la bandiera rossa per ragioni di sicurezza.

Durante il periodo di pausa determinato dalla bandiera rossa i piloti hanno montato le gomme da bagnato, mentre la vettura di Michelisz, poi autore del giro più veloce, veniva riparata alla meno peggio per permettere al driver ungherese di tornare in pista, nonostante il giro di ritardo accumulato.

Alla ripartenza sotto Safety Car Tarquini era in testa davanti a Coronel e le tre Cruze ufficiali. Dietro di loro Dahlgren ha cominciato ad attaccare Monteiro; I due sono stati superati da Oriola, mentre lo svedese ha velocemente avuto ragione del pilota lusitano.

Un contatto con Coronel ha messo fuori gioco Alain Menu, mentre i compagni di squadra dello svizzero hanno superato poco dopo il driver della ROAL. Nel frattempo Dahlgren, nel tentativo di superare Oriola, ha tamponato il giovane pilota della SR, che si è dovuto ritirare. Lo svedese ha in seguito passato anche Coronel, prima di dover scontare un drive through per il contatto con il pilota della SunRed.

Al sesto giro Muller ha superato Tarquini con un sorpasso molto pulito, imitato pochi giri più tardi dal leader del campionato Rob Huff, autore di due gare da manuale considerati i risultati delle qualifiche.

Una foratura per Nykjaer ha regalato la vittoria nello Yokohama Independents’ Trophy a Franz Engstler, velocissimo negli ultimi giri. Il veterano tedesco ha sfiorato il quinto posto, andato poi a Monteiro.

La gara è terminata dunque con una splendida affermazione di Yvan Muller, da molto tempo a digiuno di vittorie. Il francese ha preceduto il compagno di colori Rob Huff per l’ennesima doppietta Chevrolet, davanti ad un coriaceo Gabriele Tarquini. Tom Coronel finalmente raccoglie qualche punto, a dispetto della sfortuna. L’olandese ha preceduto, come detto, Monteiro ed Engstler. Ancora una bella prestazione di Villa, capace di portare la sua BMW fino alla settima posizione. Ottava piazza per O’Young davanti a Dahlgren, a punti nonostante il drive through. Fredy Barth ha chiuso la gara in decima piazza, portando a casa un altro punto con la nuova SR Leòn.

La classifica generale vede ora Huff in testa davanti a Muller, staccato di 31 punti. Seguono Menu, al secondo zero stagionale, e Tarquini, che torna in quarta piazza superando il compagno di squadra Monteiro.

Clicca qui per la classifica completa di Gara 2 dell’Hungaroring

Nella foto, Yvan Muller

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Yvan Muller ha vinto una gara dominata dalla pioggia. Il francese ha preceduto il compagno di squadra Rob Huff e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/IS8C46122.jpg Hungaroring – Gara 2: Muller batte la pioggia, Huff rimane in testa al Mondiale