Una gara al cardiopalma ha visto imporsi Alain Menu sull’idolo dei sessantamila spettatori dell’Hungaroring, Norbert Michelisz. Uno splendido Javier Villa ha completato il podio, cogliendo la terza piazza.

Lo start è stato subito caotico, con una serie di contatti innescati da una toccata tra Michelisz e Villa. Lo spagnolo è scivolato contro Coronel, che ha a sua volta tamponato Yvan Muller mandandolo in testacoda. Alla prima curva la griglia di partenza era gia stata rivoluzionata, con Alain Menu in testa davanti a Michelisz e Gabriele Tarquini, abilissimo nell’utilizzare la propria esperienza per portarsi da nono a terzo.

Sfortunato Robert Dahlgren, che è stato spinto nella ghiaia proprio alla prima curva. Il pilota della Volvo è tornato ai box per riparare la macchina in vista della seconda gara, dove scatterà dalla nona posizione.

La leadership di Alain Menu è stata a lungo messa a rischio dagli attacchi di Michelisz, deciso ad ottenere la prima vittoria al volante di una BMW proprio davanti al pubblico di casa. Il driver ungherese non è riuscito a superare lo svizzero e si è accontentato della seconda piazza.
Una bella lotta tra O’Young e Coronel è stata interrotta dal drive through inflitto dalla direzione gara al pilota della Chevrolet per aver mancato la corda alla curva 14. La stessa sanzione è stata comminata anche a Michael Nykjaer e Mehdi Bennani. Lo stesso Coronel si è dovuto fermare poco dopo a causa di una foratura.

Tarquini e Villa hanno invece dato vita alla lotta più entusiasmante della gara. Senza alcun timore reverenziale lo spagnolo ha sferrato l’attacco all’ultimo giro dopo aver tentato per tutta la gara di superare il Campione del Mondo 2009. Dopo poche curve l’italiano ha attaccato Villa per cercare di recuperare la terza posizione e l’asturiano è stato costretto ad uscire di pista; tornando sul tracciato il pilota del Proteam ha sbattuto contro la Seat di Tarquini, il quale nell’occasione è stato superato anche da Huff e Muller.

Villa è andato dunque a cogliere il podio assoluto davanti ad Huff, autore di una splendida rimonta, e Muller. Tarquini ha tagliato il traguardo in sesta piazza davanti a Monteiro, Barth, Poulsen e Oriola. Lo svizzero e lo spagnolo hanno regalato i primi punti alla SunRed Leòn 1.6 T.

Huff rimane in testa al campionato a quota 132, 28 in più rispetto al compagno di squadra Alain Menu che con questa vittoria torna al secondo posto in campionato.

Clicca qui per la classifica completa di Gara 1 dell’Hungaroring

Nella foto, Alain Menu

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Una gara al cardiopalma ha visto imporsi Alain Menu sull’idolo dei sessantamila spettatori dell’Hungaroring, Norbert Michelisz. Uno splendido Javier Villa […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wtcc11060503.jpg Hungaroring – Gara 1: Menu su Michelisz, uno spettacolare Villa completa il podio