Una pioggia battente si è scagliata sul circuito di Curitiba dopo le precipitazioni di stanotte che avevano lasciato la pista leggermente umida questa mattina. prima dello start ha smesso di piovere ma la pista è comunque molto bagnata.

In partenza, avvenuta sotto Safety Car dopo due giri, Genè scatta molto bene e tenta il sorpasso su Muller ma arriva lungo così come gli altri piloti della Chevrolet, mentre Muller riesce a rimanere in testa. Genè arriva lungo anche alla seconda curva e lascia le tre Chevrolet in testa. Al quarto giro Tarquini arriva lungo alla curva 1, così come Coronel e Michelisz, ma tutti mantengono la propria posizione. Nel frattempo Menu e Huff tengono il passo del leader, con la bagarre che infuria dietro di loro. Da segnalare che Tarquini ha probabilmente tratto vantaggio dal suo taglio alla prima curva.

Altro lungo per una Seat al quinto giro: si tratta di Monteiro. Anche Bennani commette un errore e perde tantissimo tempo, lasciando la leadership tra gli indipendenti a Stefano d'Aste. Le Cruze allungano, mentre Michelisz si produce nell'ennesimo dritto di una Seat. Nel frattempo Priaulx sembra in difficoltà e Farfus si avvicina tantissimo.

Al settimo giro Farfus commette un errore in uscita mandando la sua BMW in sovrasterzo di potenza e viene superato da Coronel. Il brasiliano cerca subito di riprendersi la posizione ma il coriaceo driver olandese non si lascia intimorire e tiene la posizione.

La pista va asciugandosi e le Seat iniziano a girare un po' meglio. Nel frattempo al nono giro Huff inizia ad attaccare Yvan Muller, ma il francese per ora riesce a difendersi. Genè si avvicina a Farfus e lo pressa da vicinissimo, mentre il brasiliano è impegnatissimo a tentare di risuperare Coronel.

Al decimo giro Farfus tenta un attacco molto incisivo alla seconda curva e si riprende la sesta piazza. Ne approfitta anche Genè che supera l'olandese alla curva successiva.

Muller riesce a riprendere un certo margine sul compagno di squadra. Nel frattempo Priaulx sembra essere molto in difficoltà e Farfus appare decisamente più veloce. Il pilota britannico dovrà difendersi negli ultimi giri. Frattanto il leader della classifica indipendenti rimane d'Aste, davanti a O'Young ed Hernàndez.

La pista è ormai asciutta quando mancano cinque giri alla fine. Priaulx è ormai in grossa difficoltà ma con molto mestiere riesce a tenere dietro il compagno di squadra e padrone di casa Augusto Farfus.

Molto interessante la lotta per il nono posto tra Michelisz e Barth, con il pilota ungherese che arriva lungo alla prima curva del penultimo giro, perdendo la posizione sullo svizzero che passa nono. Monteiro deve faticare molto per superare Nykjaer per l'undicesima piazza, ma alla fine riesce nell'impresa.

All'ultimo giro Muller e Huff viaggiano molto vicini, ma Huff non sembra intenzionato a rischiare la sua seconda piazza per attaccare il compagno di squadra. Staccatissimo Menu, comunque tranquillo in terza piazza, mentre Tarquini resta solitario in quarta piazza.

Tra gli indipendenti, un problema di tra d'Aste e O'Young ha lasciato la leadership a Sergio Hernàndez, che coglie la prima vittoria della stagione. Dietro di lui Engstler e O'Young, mentre d'Aste arriva in quinta posizione dietro Harry Vaulkhard. Il pilota lombardo è stato toccato da O'Young mentre il pilota di Hong Kong tentava di superarlo: il contatto ha causato una foratura alla 320si del Proteam.

La gara finisce così, con Muller che vince al debutto con la Cruze, davanti ad un ottimo Huff e a un Menu un po' opaco. Segue, come detto, Tarquini, il più efficace tra i piloti Seat, davanti al tre volte Campione del Mondo Andy Priaulx, che ha tenuto dietro con molto mestiere e talento il compagno di squadra, Augusto Farfus. Chiudono la top 8, per la griglia invertita, Jordi Genè e Tom Coronel, mentre Barth e Michelisz colgono i primi punti iridati in carriera.

Il poleman di Gara 2 sarà Tom Coronel, davanti a Genè, Farfus e Priaulx.

Yvan Muller – Chevrolet – Chevrolet Cruze LT:

"E' stato un weekend perfetto finora: ieri è arrivata la pole, oggi la vittoria. Non potevo immaginare un migliore inizio. La pole è importante ma è stato comunque difficile rimanere in testa con queste condizioni metereologiche."

Rob Huff – Chevrolet – Chevrolet Cruze LT:

"Ho avuto una buona partenza, dopodichè ho superato Menu e Genè. Per tutta la gara sono riuscito a rimanere dietroYvan. Fare una tripletta qui è un sogno, non avremmo mai pensato di farcela, e ciò testimonia il grande lavoro svolto dalla Chevrolet."

Alain Menu – Chevrolet – Chevrolet Cruze LT:

"Per la Chevrolet è stata una fantastica tripletta. Pe quanto riguarda me non ho cambiato molto l'assetto, mi aspettavo che il circuito si asciugasse più velocemente. Per la seconda gara mi aspetto un po' di punti, ma non so quale sarà il nostro passo gara."

Clicca qui per la classifica completa di Gara 1 di Curitiba

Nella foto, Yvan Muller

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Una pioggia battente si è scagliata sul circuito di Curitiba dopo le precipitazioni di stanotte che avevano lasciato la pista […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wtccymucur.jpg Curitiba – Gara 1: Dominio Chevrolet, Muller vince al debutto con pista bagnata