Andy Priaulx ha conquistato la quarta vittoria stagionale, davanti alla stella Colin Turkington e Gabriele Tarquini. Come la prima gara, anche la seconda manche è stata spettacolare. Rivediamone i momenti salienti.

?

In partenza Farfus è subito balzare in testa grazie ad uno scatto felino che gli ha permesso di superare Menu e il compagno di squadra Priaulx, partito in maniera non impeccabile. Proprio il tre volte Campione del Mondo ha poi tentato un attacco alla curva Druids, riuscendo a superare Farfus. Nello stesso frangente, Menu ha toccato Farfus nel tentativo di approfittare della manovra, mandando lo sfortunato brasiliano in testacoda e danneggiando a sua volta irreparabilmente la sua Cruze.

Il maggior beneficiario dell’accaduto è stato Turkington, salito in seconda piazza davanti a Gabriele Tarquini. Coronel è balzato in quarta piazza, davanti ad Huff e Muller. L’inglese ha poi dato strada al compagno di squadra che, dopo aver attaccato Coronel alla Druids, è stato ridotto a più miti consigli da uno scivolone impressionante, che l’ha indotto ad accontentarsi della quinta piazza.

Lo spettacolo a quel punto si è rivolto sulla “gara nella gara” degli indipendenti, con Boardman impegnato a difendersi da Engstler e Bennani, seguiti a loro volta dal rimontante Farfus. Al nono giro, una manovra azzardata di Bennani ha spinto il tedesco della BMW fuori strada, il che ha permesso alla vettura ufficiale di passare entrambi; poco dopo, il solito Bennani ha completato l’opera spingendo fuori anche O’Young.

La 320si e la Lacetti sono rimaste nella sabbia, imponendo l’ingresso della Safety Car. Dopo la neutralizzazione, l’unico a dare spettacolo è stato lo sfortunato Farfus, bravissimo ad agguantare una comunque ottima ottava piazza.

La gara è terminata dunque con una doppietta BMW, con i due britannici Priaulx e Turkington davanti a Tarquini. Coronel ha preceduto, come già accennato, Yvan Muller e Huff, mentre Michelisz si è classificato settimo davanti a Farfus. Il bravo Nykjaer e Genè hanno poi completato la zona punti.

Il vantaggio di Muller sale a 23 punti dopo questo weekend, mentre Priaulx si mantiene non troppo lontano ma pur sempre a 51 punti dal leader. Le tradizionali ottime prestazioni delle BMW a Brno e Oschersleben potrebbero però favorire la rincorsa al titolo dell’inglese. Quarto Huff, a 69 punti da Muller, mentre Monteiro (-96) precede di soli tre punti Tom Coronel.

Grazie agli stupefacenti risultati ottenuti (e ad un non trascurabile vantaggio in termini di peso) Turkington balza secondo nella classifica indipendenti grazie ai bonus per i punti assoluti ottenuti, nonostante abbia all’attivo le sole gare di Portimao e Brands Hatch. Hernàndez rimane in testa al Mondiale, con 12 punti di vantaggio sul nordirlandese. Terza piazza per d’Aste, a quota -22 dal compagno di squadra.

Clicca qui per i risultati completi di Gara 2 di Brands Hatch

Clicca qui per la classifica generale di campionato

Clicca qui per la classifica dello Yokohama Independents’ Trophy

 

Nella foto, Andy Priaulx

 

Pietro Casillo


Stop&Go Communcation

Andy Priaulx ha conquistato la quarta vittoria stagionale, davanti alla stella Colin Turkington e Gabriele Tarquini. Come la prima gara, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wtccwtcc-180710-014.jpg Brands Hatch – Gara 2: Doppietta britannica con Priaulx vincitore davanti a Turkington. Tarquini a podio