Tra tante sportellate e colpi di scena, Will Stevens e Carlos Sainz Jr si sono aggiudicati i primi due appuntamenti del campionato World Series by Renault sul tracciato di Monza. Ecco gli Up&Down firmati da Stop&Go.

UP – Carlos Sainz Jr e Luca Ghiotto.
Week-end da incorniciare per il nuovo pilota del team Dams. E’ inutile prendersi in giro, sul tracciato brianzolo Sainz ha dimostrato, semmai ce ne fosse stato bisogno, di possedere un talento straordinario. Lo spagnolo ha impresso il proprio ritmo fin dalla prima sessione di libere, risultando veloce e costante durante l’intero arco del week-end. Nonostante il problema all’elettronica che gli nega, probabilmente, la vittoria in gara uno, Sainz ha continuato a spingere sul pedale del gas, non lasciandosi prendere dall’enorme pressione sulle sue spalle. Chiude un giro stratosferico in qualifica 2 e saluta tutti dopo la prima curva di gara 2. Sergey Sirotkin e Pierre Gasly sono avvisati: lo spagnolo
del Red Bull Junior Team non regalerà nulla.

Week-end sorprendente anche per il nostro Luca Ghiotto: il neo alfiere del team Draco ha mostrato di poter lottare con i migliori durante l’intero week-end, risultando veloce sia sul giro secco che sul passo gara. Soprattutto in qualifica 1 mette in mostra il meglio del proprio repertorio, centrando una storica e sorprendente terza piazza. Gara 1, come Sainz, è concentrato di sfighe tecniche, con l’italiano costretto a remare nelle retrovie dello schieramento. Ghiotto riscatta il sabato con una prestazione ottima alla domenica, centrando un buon ottavo posto in qualifica e chiudendo il proprio week-end con un quarto posto in gara 2. Prestazione che regala punti e consapevolezza di potersela giocare con i migliori.

Nota di merito anche per Olivier Rowland, all’esordio assoluto nella Formula Renault 3.5, Will Stevens, Pierre Gasly e Sergey Sirotkin, autore di un week-end positivo nonostante gli innumerevoli problemi tecnici sulla sua Dallara-Zytec.

DOWN Marco Sorensen e Matthieu Vaxiviere
Atteso protagonista per la lotta al titolo, Sorensen non ha fatto altro che combinare casini in questo primo week-end della stagione 2014. Autore di una manovra folle su Jazeman Jaafar durante il primo giro di gara 1, il danese paga dazio ai commissari con una penalità sacrosanta. Non contento del proprio sabato, mette in scena una qualifica 2 pessima, centrando un’ammirevole e sorprendente ultima piazza (considerando la penalità) in gara 2. Un week-end assolutamente da dimenticare per il danese di casa Tech 1, anche se siamo abbastanza certi che Sorensen saprà riscattarsi nel prossimo appuntamento di Aragon.

Monza non ha inoltre portato fortuna a Matthieu Vaxiviere. Dal francese del team Lotus Charouz, considerando il potenziale messo in mostra durante gli ultimi test invernali di Jerez, ci si aspettava davvero di più. Mai in lotta per le posizioni che contano, il francese ha bazzicato perennemente nelle posizioni di rincalzo, non riuscendo mai a esprimere il proprio potenziale. Non chiude ultimo in gara 2 solo per l’errore all’ultimo giro della giovane Beitske Visser del team AVF. Come per Sorensen, ci aspettiamo un balzo in avanti nelle prestazioni già dal prossimo week-end ad Aragon.

 

Roberto Valenti
Twitter: @RobertoVal94


Stop&Go Communcation

Semaforo verde per la stagione 2014 della World Series by Renault. Nel tempio della velocità di Monza emergono talenti e crollano certezze al termine di due gare davvero emozionanti.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/updown311.jpg WSR – Round 1, Monza