Il circuito di Barcellona in questi due giorni si è rivelato un piccolo feudo danese. Sei ieri era stato Kevin Magnussen a guidare il gruppo nei test collettivi della Formula Renault 3.5, oggi è salito in cattedra il suo connazionale Marco Sorensen, vicecampione della F3 tedesca.

Sorensen, in azione con il team Gravity Charouz, ha marcato il miglior tempo di 1:32.815 dopo appena un’ora, quando tutti hanno subito approfittato delle temperature più fresche per cercare la prestazione con gomme nuove. Dopodiché i piloti in azione si sono concentrati su long run e simulazioni di gara, lasciando di fatto congelata la graduatoria.

La colonnina di mercurio è poi arrivata a toccare incredibilmente i 34 gradi, e solo due drivers (Lucas Foresti e Adderly Fong) sono riusciti a ritoccare il prioprio riferimento personale. Comunque, nulla di significativo. Il turno pomeridiano ha visto svettare di nuovo Magnussen, confermando l’egemonia danese, ma il portacolori del team Carlin non è andato oltre l’1:33.726.

La classifica assoluta, alle spalle del battistrada Sorensen, registra l’ottima 2° piazza di Arthur Pic, staccato di appena 35 millesimi. Il francese si è rivelato competitivo passando alla P1 Motorsport, precedendo Adrian Quaife-Hobbs, il già citato Magnussen e Daniel Abt.

6° posto per Walter Grubmuller, seguito da Valtteri Bottas e da un sorprendente Vittorio Ghirelli, schierato dalla BVM Target. Il 17enne pugliese sembra aver preso rapidamente le misure della Dallara T08, senza essere intimorito dal salto di potenza rispetto alla GP3 Series. L’altro italiano al Montmelò era in questo mercoledì Giovanni Venturini, al debutto con la Draco (16°).

Da segnalare la presenza di Robin Frijns, vincitore dell’Eurocup Formula Renault 2.0: l’olandese ha chiuso 14° con l’unica macchina della ISR. Se nel 2012 decidesse di iscriversi alla categoria top della World Series, riceverà un premio di 500 mila euro da Renault Sport, come già accaduto quest’anno con Kevin Korjus.

Si è rivisto al volante anche Adrien Tambay con la KMP, non ancora al top della condizione fisica dopo l’incidente nelle qualifiche di sabato scorso. Non a caso il francese ha dovuto alzare bandiera bianca dopo pochi giri. Solo due tornate per Andre Negrao, subentrato dopo la pausa pranzo a Daniel De Jong in casa Draco: il brasiliano si è reso autore di un fuoripista.

Classifica

01. Marco Sorensen – Gravity Charouz – 1:32.815
02. Arthur Pic – P1 Motorsport – 1:32.850
03. Adrian Quaife-Hobbs – Comtec Racing – 1:33.065
04. Kevin Magnussen – Carlin – 1:33.092
05. Daniel Abt – Pons Racing – 1:33.174
06. Walter Grubmueller – P1 Motorsport – 1:33.242
07. Valtteri Bottas – Tech 1 Racing – 1:33.372
08. Vittorio Ghirelli – BVM Target – 1:33.638
09. Cesar Ramos – Epic Racing – 1:33.666
10. Zoel Amberg – Pons Racing – 1:33.693
11. Nico Muller – Carling – 1:34.039
12. Carlos Huertas – Fortec Motorsports – 1:34.149
13. Rio Haryanto – Epic Racing – 1:34.159
14. Robin Frinjs – ISR – 1:34.228
15. Will Stevens – Fortec Motorsports – 1:34.317
16. Giovanni Venturini – Draco Racing – 1:34.516
17. Lucas Foresti – Tech 1 Racing – 1:34.429
18. Daniel De Jong – Draco Racing – 1:34.537
19. Anton Nebylitskiy – KMP Racing – 1:34.630
20. Nikolay Martsenko – BVM Target – 1:34.980
21. Adrien Tambay – KMP Racing – 1:35.031
22. Yann Cunha – Gravity Charouz – 1:35.034
23. Adderly Fong – Comtec Racing – 1:35.830
24. Andre Negrao – Draco – 1:40.218

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Il circuito di Barcellona in questi due giorni si è rivelato un piccolo feudo danese. Sei ieri era stato Kevin […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/wsr-121011-01.jpg Test Barcellona, Day 2: Feudo danese con Sorensen e Magnussen