A sole due settimane dall’apertura sul circuito di Alcaniz, la F.Renault 3.5 riparte da Spa-Francorchamps. Il circuito più impegnativo e prestigioso del calendario è sede del secondo round stagionale: non poteva forse esserci migliore location per andare a caccia di conferme di quanto visto al Motorland Aragon, e trarre un quadro più chiaro dei valori in campo.

In Belgio si presenta da leader della classifica assoluta il rookie Daniel Ricciardo: il portacolori di casa Tech 1 in Spagna è stato impeccabile in qualifica (con due pole-position su due), mentre ha pagato a caro prezzo due partenze non perfette che l’hanno costretto ad accontentarsi di un doppio terzo posto. L’australiano ha comunque approfittato delle sventure degli avversari principali: Mikhail Aleshin ha conquistato Gara 1 sul bagnato ma è stato pasticcione nella corsa domenicale; Daniel Zampieri ha dovuto abbandonare in Gara 2 per una foratura, mentre Sten Pentus trionfava riscattandosi dal ko del giorno precedente.

Non dimentichiamo inoltre Jan Charouz e Nathanael Berthon, con il debuttante francese salito sul podio di Gara 2 dopo la squalifica per irregolarità tecnica riscontrata sulla vettura del ceco, comunque molto bravo al suo rientro fra le monoposto dopo la parentesi nella Le Mans Series.

Eventuali sorprese a parte, sono questi i concorrenti più accreditati alla vigilia del week-end, con Ricciardo che può peraltro cimentarsi su una a lui congeniale, nella quale ha vinto sia nel 2008 (in F.Renault 2.0 Eurocup) sia lo scorso anno nella British F3.

Si attendono comunque prestazioni più convincenti da alcuni volti di spicco, quali Brendon Hartley e Esteban Guerrieri, non apparsi troppo in forma in terra iberica. Discorso analogo per il duo della Comtec formato da Greg Mansell e dal monegasco Stefano Coletti, motivato a esorcizzare il luogo dove, lo scorso settembre, ebbe un bruttissimo incidente in GP2, andando a sbattere all’Eau Rouge. A mescolare ulteriormente le carte ci penserà l’obbligo di utilizzare al sabato la configurazione a basso carico aerodinamico, che premierà ulteriormente coraggio e sensibilità dei drivers più capaci.

Impossibile poi non tenere conto della variabile-meteo, sempre di difficile interpretazione fra i boschi delle Ardenne. Le previsioni preannunciano possibili piogge al venerdì (nella giornata dedicata alle prove libere), con qualche rischio anche per sabato e domenica. Tutto questo renderebbe la sfida ancora più difficile, ovviamente…

Il programma del week-end

Venerdì 30 aprile
09:50 – Libere 1
14:45 – Libere 2

Sabato 1° maggio
10:05 – Qualifiche 1
14:00 – Gara 1

Domenica 2 maggio
10:05 – Qualifiche 2
14:00 – Gara 2

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

A sole due settimane dall’apertura sul circuito di Alcaniz, la F.Renault 3.5 riparte da Spa-Francorchamps. Il circuito più impegnativo e […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wsr-290410-01.jpg Spa – Preview: Ricciardo arriva da leader della classifica, gli altri protagonisti di Alcaniz attesi alla conferma