Antonio Felix da Costa conferma agli avversari la sua forza: per conquistare il titolo di Formula Renault 3.5 bisognerà fare innanzitutto i conti con lui. In pole questa mattina, il portoghese ha vinto Gara 2 a Monza, riscattando al meglio la delusione per il ritiro di ieri.

Con il sole finalmente arrivato sul circuito brianzolo, il pupillo di casa Red Bull ha colto di fatto la quinta affermazione nelle ultime sette manches disputate, contando anche il finale dello scorso anno. Numeri che non hanno bisogno di particolari spiegazioni.

Unica “pecca” nella corsa odierna, per Felix da Costa, è stata la partenza. Uno scatto non perfetto ha permesso infatti a Stoffel Vandoorne di portarsi inizialmente al comando, e a Kevin Magnussen di inserirsi a sua volta nella lotta iniziale per la leadership, complice anche il gioco delle scie. Davvero entusiasmanti le prime fasi, ma alla fine l’alfiere della Arden Caterham è riuscito a emergere dal corpo a corpo rimanedo in testa fino al traguardo.

In piazza d’onore, come in Gara 1, è giunto quindi Magnussen. Il danese non ha mai perso contatto dal rivale, ma non ha più avuto il guizzo per diventare realmente minaccioso e nelle battute conclusive ha preferito accontentarsi di un risultato comunque importante.

Dal canto suo Vandorne, dopo la bagarre in apertura, ha ceduto un po’ il passo nei confronti degli avversari e si è attestato al 3° posto, grazie al quale chiude il primo weekend stagionale in vetta alla graduatoria.

Più lontani gli altri, con Arthur Pic (4°) che in rimonta dalle retrovie, e marcando pure il best lap, ha avuto ragione di Nico Muller (5°). Grazie al francese il debutto del team AV Formula è senza dubbio molto positivo. A seguire Norman Nato, Pietro Fantin e Christopher Zanella, con Oliver Webb e Mihai Marinescu a completare la zona punti.

In realtà è stato Mikhail Aleshin a transitare decimo sotto la bandiera a scacchi, ma il russo ha rimediato una penalità di 10″ così come Sergey Sirotkin (ko a tre giri dalla fine), e si è ritrovato 14° nell’ordine di arrivo ufficiale.

Brivido per Nikolay Martsenko, toccato da Yann Cunha in fondo al rettifilo principale: il russo ha patito la foratura della gomma anteriore destra e per fortuna è riuscito a controllare la monoposto, dovendosi però ritirare subito. In avvio, invece, Matias Laine è andato a sbattere a Lesmo. Sfortunato Will Stevens, partito dai box e arrivato a ridosso della top 10 prima che un problema tecnico lo costringesse all’abbandono.

Prossimo appuntamento per la Formula Renault 3.5 il 27/28 aprile ad Alcaniz, di nuovo nel contesto della World Series.

Classifica

01. Antonio Felix da Costa – Arden Caterham – 29 giri
02. Kevin Magnussen – DAMS – +2.767
03. Stoffel Vandoorne – Fortec Motorsports – +5.922
04. Arthur Pic – AV Formula – +11.600
05. Nico Muller – Draco Racing – +16.805
06. Norman Nato – DAMS – +28.467
07. Pietro Fantin – Arden Caterham – +29.106
08. Christopher Zanella – ISR – +37.524
09. Oliver Webb – Fortec Motorsports – +41.314
10. Mihai Marinescu – Zeta Corse – +51.737
11. Nigel Melker – Tech 1 Racing – +52.018
12. Marlon Stockinger – Lotus – +52.250
13. Andre Negrao – Draco Racing – +52.921
14. Mikhail Aleshin – Tech 1 Racing – +1:01.439 *
15. Yann Cunha – AV Formula – +1:06.629
16. Carlos Huertas – Carlin – +1:09.426
17. Emmanuel Piget – Zeta Corse – +1:11.811
18. Marco Sorensen – Lotus – a 1 giro
19. Sergey Sirotkin – ISR – a 3 giri
20. Zoel Amberg – Pons Racing – a 3 giri
21. Daniil Move – SMP Racing by Comtec – a 6 giri

* 10 secondi di penalità

Ritirati

22. Will Stevens – P1 Motorsport – 17 giri
23. Nikolay Martsenko – Pons Racing – 17 giri
24. Jazeman Jaafar – Carlin – 6 giri
25. Lucas Foresti – SMP Racing by Comtec – 0 giri
26. Matias Laine – P1 Motorsport – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Antonio Felix da Costa conferma agli avversari la sua forza, battendo Kevin Magnussen e Stoffel Vandoorne in Gara 2 a Monza della Formula Renault 3.5

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/ Monza, Gara 2: Da Felix da Costa una prova di forza