Gli exploit dei test invernali non mentivano: Stoffel Vandoorne può ambire subito al titolo della Formula Renault 3.5. La stagione 2013 del rookie belga, già in orbita McLaren, è cominciata come meglio non poteva grazie a un sabato da urlo sul circuito di Monza. Dopo la pole-position nelle qualifiche “bagnate” di questa mattina, per lui è arrivata anche una autorevole vittoria in Gara 1.

Bravo a controllare la situazione al via, il portacolori della Fortec ha poi fatto marcia in solitaria al comando, costruendo un margine di vantaggio presto rassicurante. A preoccuparlo, più che gli avversari alle spalle, come lui stesso ha rivelato è stata la gomma anteriore sinistra spiattellata in frenata che, fortunatamente, ha resistito fino al traguardo.

In seconda posizione (a 7″ tondi) ha chiuso Kevin Magnussen, seguito da un altro esordiente, Christopher Zanella. Lo svizzero è stato fin qui fra le principali sorprese del weekend brianzolo, capace di tenersi dietro il più esperto Oliver Webb, con l’altra vettura della Fortec, per agguantare il podio al primo tentativo.

Fuori gioco invece due volti attesissimi come quelli di Antonio Felix da Costa e Sergey Sirotkin. Il portoghese era emerso dalla bagarre iniziale per portarsi al secondo posto, quando una foratura lo ha costretto a parcheggiare sull’erba all’inizio del 14esimo giro, dopo un dritto alla prima staccata. Il russo, autore di uno scatto poco reattivo (come spesso gli è successo nel 2012 in Auto GP), è stato invece speronato alla prima curva dal connazionale Daniil Move. Precipitato nelle retrovie, Sirotkin ha poco dopo alzato bandiera bianca.

Al contrario, dopo le deludenti qualifiche, Nigel Melker e Arthur Pic hanno dato vita a due grandi rimonte terminando rispettivamente 5° e 6°, precedendo il malese Jazeman Jaafar e il romeno Mihai Marinescu, immediatamente a punti con la debuttante Zeta Corse.

Fra i ritirati spicca Lucas Foresti, colpito alla Variante della Roggia sollevandosi letteralmente in aria. Brutta prova da parte di Will Stevens, in lotta nel gruppetto di vertice prima di speronare Nicolay Martsenko (messo ko) e compromettere la propria corsa. Il britannico già in precedenza aveva peccato di aggressività saltando sui cordoli e quasi mandando fuori Felix da Costa. Il giro più veloce, però, è il suo.

Classifica

01. Stoffel Vandoorne – Fortec Motorsports – 29 giri
02. Kevin Magnussen – DAMS – +7.053
03. Christopher Zanella – ISR – +8.596
04. Oliver Webb – Fortec Motorsports – +8.991
05. Nigel Melker – Tech 1 Racing – +16.461
06. Arthur Pic – AV Formula – +17.087
07. Jazeman Jaafar – Carlin – +17.838
08. Mihai Marinescu – Zeta Corse – +18.474
09. Matias Laine – P1 Motorsport – +19.932
10. Norman Nato – DAMS – +25.456
11. Andre Negrao – Draco Racing – +29.408
12. Zoel Amberg – Pons Racing – +38.137
13. Nico Muller – Draco Racing – +38.144
14. Marlon Stockinger – Lotus – +38.988
15. Mikhail Aleshin – Tech 1 Racing – +45.247
16. Carlos Huertas – Fortec Motorsports – +45.650
17. Emmanuel Piget – Zeta Corse – +49.859
18. Will Stevens – P1 Motorsports – +56.310
19. Marco Sorensen – Lotus –  a 1 giro

Ritirati

20. Pietro Fantin – Arden Caterham – 23 giri
21. Antonio Felix da Costa – Arden Caterham – 13 giri
22. Nicolay Martsenko – Pons Racing – 6 giri
23. Lucas Foresti – SMP Racing by Comtec – 1 giri
24. Sergey Sirotkin – ISR – 1 giro
25. Yann Cunha – AV Formula – 0 giri
26. Daniil Move – SMP Racing by Comtec – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Gli exploit dei test invernali non mentivano: Stoffel Vandoorne può ambire subito al titolo di Formula Renault 3.5, come dimostra la vittoria in Gara 1 Monza.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/04/formularenault35-vandoorne-060413-02b.jpg Monza, Gara 1: Vandoorne vince in solitaria all’esordio