Dopo aver esordito alla guida di una Formula 1 (la Toro Rosso) nei test riservati ai rookies di Abu Dhabi, e subito dopo aver partecipato al GP di Macao in Formula 3, Jean-Eric Vergne attende dalla Red Bull una decisione definitiva sui propri piani agonistici per il 2011. “Aspetto che venga formalizzata la situazione. Ne abbiamo parlato ma non c’è ancora nulla di ufficiale”.

Dovrebbe comunque essere praticamente certa il proseguimento della partecipazione alla Formula Renault 3.5, dopo l’ottimo esordio sul finale di quest’anno. “I tre week-end disputati sono andati bene, ma non mi aspettavo troppo!”, ha commentato il francese al settimanale Auto Hebdo. “Se qualcuno mi avesse detto che avrei ottenuto certi risultati, avrei firmato a occhi chiusi. Specialmente a Barcellona, dove ho saltato le libere del venerdì. Sono stato molto soddisfatto”.

In Gara 1 a Silverstone il neocampione della British F3 ha addirittura conquistato il successo dopo la squalifica di Esteban Guerrieri per una irregolarità tecnica. “Certo, in questo modo vincere non ha lo stesso sapore”, confessa, “ma questo dicono i numeri e lo accetto così”.

Per il futuro la F1 si è fatta più a portata di mano: “Nelle prove di Abu Dhabi ho fatto un bel passo avanti in questa direzione, ma il mio vero sogno è ovviamente correre nel Mondiale e conquistare un giorno il titolo”.

“La Toro Rosso è stata contenta del mio lavoro, sia in fatto di tempi che di indicazioni fornite. Inserito nel programma Red Bull posso avere una chance importante per arrivare nella categoria regina. Loro vogliono piloti desiderosi di primeggiare, ed è proprio ciò che voglio io. Quest’anno ci sono riuscito, voglio farcela anche il prossimo. In pista o semplicemente al simulatore, io ce la metto sempre tutta”.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Dopo aver esordito alla guida di una Formula 1 (la Toro Rosso) nei test riservati ai rookies di Abu Dhabi, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wsr-021210-01.jpg Jean-Eric Vergne: “Per il programma 2011 attendo una decisione dalla Red Bull”