Terza vittoria stagionale, meglio di chiunque altro, vantaggio esteso in classifica generale e un’altra bella prova di forza. È stata tutto questo Gara 1 della Formula Renault 3.5 a Budapest per Robin Frijns, sempre più “star” di questo 2012.

Partito dalla pole-position, l’olandese non ha commesso il minimo errore, mantenendo saldamente il comando dallo spegnersi dei semafori fino alla bandiera a scacchi. Conservata la vetta del gruppo al via, il portacolori della Fortec sembrava poter scappare; in realtà Kevin Magnussen (2°) ha saputo mantenere lo stesso ritmo, diventando quasi minaccioso dopo un paio di giri, ma dopo un piccolo fuori pista il danese non è più riuscito a riagganciare il battistrada.

Con un vantaggio rimasto sempre compreso tra 1″5 e 2″0, Frijns non ha avuto particolari difficoltà nell’andare a cogliere un successo fondamentale in ottica campionato.

Jules Bianchi, che si è accontentanto di chiudere 3° (con best lap segnato in chiusura), è ora distante 16 lunghezze in graduatoria; perde invece parecchio terreno un opaco Sam Bird, che ha strappato a fatica il  10° posto approfittando di una sbavatura compiuta da Lucas Foresti.

Il tracciato dell’Hungaroring, per la sua natura tortuosa, non ha regalato molti sorpassi. Il più limpido è stato senza dubbio quello che è valso la 4° piazza ad Antonio Felix da Costa, bravo ad infilare in fondo al rettilineo principale Arthur Pic (5°).

A seguire buon risultato per lo svizzero Nico Muller (6°), che ha preceduto Carlos Huertas, Marco Sorensen e Alexander Rossi.

Lotta accesa nelle retrovie, in particolare con il duello che ha visto a lungo protagonisti gli esordienti Tamas Pal Kiss e Aaro Vainio, conclusosi quando il finlandese è rientrato ai box per ritirarsi. Il migliore dei tre debuttanti provenienti dalla GP3 è stato così Daniel Abt (18°). 21° posizione per l’italiano Vittorio Ghirelli.

Classifica

01. Robin Frijns – Fortec Motorsport – 30 giri
02. Kevin Magnussen – Carlin – +1.636
03. Jules Bianchi – Tech 1 Racing – +12.201
04. Antonio Felix da Costa – Arden Caterham – +15.802
05. Arthur Pic – DAMS – +19.692
06. Nico Muller – Draco Racing – +20.487
07. Carlos Huertas – Fortec Motorsport – +24.726
08. Marco Sorensen – Lotus – +25.381
09. Alexander Rossi – Arden Caterham – +26.294
10. Sam Bird – ISR – +36.243
11. Lucas Foresti – DAMS – +43.367
12. Kevin Korjus – Lotus – +45.843
13. Zoel Amberg – Pons Racing – +54.271
14. Nick Yelloly – Comtec Racing – +55.270
15. Andre Negrao – Draco Racing – +56.044
16. Jake Rosenzweig – ISR – +1:00.355
17. Daniil Move – P1 Motorsport – +1:01.361
18. Daniel Abt – Tech 1 Racing – +1:02.223
19. Tamas Pal Kiss – BVM Target – +1:14.622
20. Walter Grubmuller – P1 Motorsport – +1:22.658
21. Vittorio Ghirelli – Comtec Racing – +1:27.801
22. Yann Cunha – Pons Racing – +1:28.306
23. Will Stevens – Carlin – +1:28.647

Ritirati

24. Aaro Vainio – Team RFR – 26 giri
25. Mikhail Aleshin – Team RFR – 1 giro
26. Nicolay Martsenko – BVM Target – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Terza vittoria stagionale, meglio di chiunque altro, vantaggio esteso in classifica generale e un’altra bella prova di forza. È stata […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/wsr-150912-02b.jpg Budapest, Gara 1: Robin Frijns vince e convince