Robert Wickens e Jean Eric Vergne hanno dimostrato con i fatti perché siano i due piloti rimasti a giocarsi titolo 2011 della Formula Renault 3.5. Gara 1 a Barcellona è un’altra doppietta del team Carlin, ma il cammino è stato molto diverso per i due piloti: il canadese è partito dalla pole-position e vinto facendo il vuoto (ad una media di 1″ al giro sugli avversari, prima di amministratore), il francese ha rimontato con rabbia dal nono posto in griglia per chiudere in piazza d’onore.

Se per Wickens è sembrato tutto facile, il suo compagno di squadra ha dovuto farsi largo sin dal via, riuscendo a portarsi subito in quarta posizione. Poi ha trovato l’ostacolo Alexander Rossi, che lo ha tenuto per lungo tempo alle proprie spalle. Al giro 18 il sorpasso decisivo, di forza, alla prima curva; stessa manovra tre tornate dopo nei confronti di Daniil Move per andarsi a prendere la medaglia d’argento.

Per Vergne pesano come un macigno le negative qualifiche di questa mattina, visto che a pista libera il ritmo sulla distanza è apparso sostanzialmente allineato a quello della vettura gemella. Non a caso il best lap porta la sua firma. Da 3 punti di distacco in campionato si passa quindi a 9, sempre in favore di Wickens: tutto è ancora in gioco, ma certamente il nordamericano avrà un po’ di margine extra per gestire la situazione, tanto da potersi permettere di chiudere quinto.

Sul podio, al fianco dei due protagonisti, è salito un sorprendente Move. Il russo è balzato in seconda posizione già nelle fasi iniziali, lasciando successivamente strada solo allo scatenato Vergne. L’alfiere della P1 Motorsport bissa così l’analogo risultato ottenuto a Monza, precedendo il già citato Rossi.

Sergio Canamasas ha invece svettato nella serratissima lotta per il 5° posto, approfittando del contatto a due giri dal termine tra Nick Yelloly e Kevin Korjus (11° dopo il testacoda), che viaggiavano pochi metri davanti a lui. Lo spagnolo della BVM Target ha capeggiato così il trenino composto, oltre che dallo stesso Yelloly, anche da Panciatici, Charouz, Berthon e Pic.

Daniel Zampieri non è riuscito a entrare in zona punti, mentre nelle retrovie abbiamo assistito ad alcuni episodi sopra le righe: al primo giro, all’ingresso della curva 7, Jake Rosenzweig ha speronato l’incolpevole Albert Costa, ko dopo essere partito dalla prima fila. Pure l’americano ha visto compromessa la propria corsa, precipitando in fondo al gruppo. Fuori gioco inoltre Webb, Nebylitskiy, Richelmi e Ramos, con Brendon Hartley rimasto a guardare dopo il crash di questa mattina e i danni riportati dalla sua vettura.

Domani l’epilogo dell’intera stagione: qualifiche al mattino e gara al pomeriggio, un solo vincitore. Wickens o Vergne?

Classifica

01. Robert Wickens – Carlin – 29 giri
02. Jean Eric Vergne – Carlin – +21.051
03. Daniil Move – P1 Motorsport – +31.271
04. Alexander Rossi – Fortec Motorsports – +32.042
05. Sergio Canamasas – BVM Target – +33.011
06. Nick Yelloly – Pons Racing – +39.144
07. Nelson Panciatici – KMP Racing – +39.598
08. Jan Charouz – Gravity Charouz – +40.217
09. Nathanael Berthon – ISR – +41.366
10. Arthur Pic – Tech 1 Racing – +42.334
11. Kevin Korjus – Tech 1 Racing – +42.753
12. Daniel Zampieri – BVM Target – +51.862
13. Walter Grubumuller – P1 Motorsport – +52.322
14. Sten Pentus – Epic Racing – +52.635
15. Fairuz Fauzy – Mofaz Racing – +53.518
16. Daniel De Jong – Comtec Racing – +54.521
17. Daniel McKenzie – Comtec Racing – +55.777
18. Lewis Williamson – ISR – +1:01.227
19. Jake Rosenzweig – Mofaz Racing – +1:06.425

Ritirati

20. Cesar Ramos – Fortec Motorsport – 15 giri
21. Stephane Richelmi – Draco Racing – 12 giri
22. Anton Nebylitskiy – KMP Racing – 2 giri
23. Oliver Webb – Pons Racing – 1 giro
24. Albert Costa – Epic Racing – 0 giri
25. Brendon Hartley – Gravity Charouz – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Robert Wickens e Jean Eric Vergne hanno dimostrato con i fatti perché siano i due piloti rimasti a giocarsi titolo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/wsr-081011-03.jpg Barcellona, Gara 1: Wickens domina, Vergne (2°) rimonta