Mikhail Aleshin mette la firma sulla prima manche stagionale della F.Renault 3.5. Gara 1 al Motorland Aragon è andata in scena sotto un vero e proprio diluvio, rivelandosi una sfida dannatamente selettiva per i 24 piloti al via: al traguardo ne sono arrivati appena 9, complice anche la configurazione a basso carico aerodinamico obbligatoria nella giornata di sabato, che ha reso ancora più ostico il controllo delle monoposto sull'asfalto iberico.

Di contatti e errori se ne sono visti a raffica sin dalla partenza, ma non al vertice. Aleshin alla prima curva aveva già beffato il poleman Daniel Ricciardo, controllando la situazione sempre con grande autorevolezza. L'australiano ha cercato nei primissimi giri di scavalcare il russo e riprendersi la leadership, ma un largo lo ha costretto a cedere addirittura la seconda piazza a Daniel Zampieri. Da quel momento la zona podio si è di fatto cementata, con Aleshin capace di centrare il successo (il secondo in carriera), festeggiando nel migliore dei modi il suo ritorno in World Series dopo il 2009 vissuto in F2.

Zampieri si è dimostrato il più autorevole antagonista per il portacolori del team Carlin, riuscendo persino a prendersi la soddisfazione di marcare il best lap della corsa. Un esordio coi fiocchi quello del golden boy capitolino, praticamente impeccabile sino alle ultimissime battute, quando è arrivato qualche brivido con due piccole ingenuità fortunatamente prive di conseguenze. Del resto nei minuti finali la pioggia è divenuta ancora più intensa, rendendo un'impresa proibitiva anche il semplice mantenere le traiettorie. Daniel Ricciardo in ogni caso era troppo lontano per poter essere minaccioso: il titolato in carica della F3 Italia la spunta quindi nettamente nel confronto con l'omologo del campionato britannico, almeno per adesso.

Hanno resistito sino alla bandiera a scacchi, guidando con abilità, Jon Lancaster e Nelson Panciatici, rispettivamente 4° e 5°, mentre il neozelandese Brendon Hartley è sesto. A completare lo striminzito ordine d'arrivo, Rosenzweig, Mansell e Move.

Per due giri (dal sesto all'ottavo) è stato necessario l'ingresso della safety-car per rimuovere la macchina di Julian Leal, rimasto fermo alla Curva 12. Al restart subito uno crash fra Esteban Guerrieri e Stefano Coletti, che viaggiavano a ridosso del podio; il monegasco ha cercato poi di proseguire quasi fino al termine, prima di dover rientrare ai box e alzare bandiera bianca. Destino simile per l'altro italiano Federico Leo, entrato in collisione con Filip Salaquarda.

Domani alle 9:15 semaforo verde per le Qualifiche 2, mentre Gara 2 si terrà alle 14: non è affatto remota la possibilità di un'altra manche "bagnata"…

Classifica

01. Mikhail Aleshin – Carlin – 21 giri
02. Daniel Zampieri – Pons Racing – +7.764
03. Daniel Ricciardo – Tech 1 – +16.306
04. Jon Lancaster – Fortec Motorsport – +24.796
05. Nelson Panciatici – Junior Lotus Racing – +33.113
06. Brendon Hartley – Tech 1 – +34.997
07. Jake Rosenzweig – Carlin – +39.619
08. Greg Mansell – Comtec Racing – +44.936
09. Daniil Move – Junior Lotus Racing – a 1 giro

Ritirati

10. Walter Grubmuller – P1 Motorsport – 19 giri
11. Bruno Mendez – FHV Interwetten – 17 giri
12. Stefano Coletti – Comtec Racing – 17 giri
13. Albert Costa – Epsilon Euskadi – 16 giri
14. Sergio Canamasas – FHV Interwetten – 16 giri
15. Jan Charouz – P1 Motorsport – 11 giri
16. Anton Nebylitskiy – KMP Racing – 11 giri
17. Victor Garcia – KMP Racing – 11 giri
18. Nathanael Berthon – Draco – 10 giri
19. Esteban Guerrieri – ISR – 9 giri
20. Filip Salaquarda – ISR – 8 giri
21. Federico Leo – Pons Racing – 8 giri
22. Julian Leal – Draco – 4 giri
23. Sten Pentus – Fortec Motorsport – 3 giri
24. Keisuke Kunimoto – Epsilon Euskadi – 0 giri

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Mikhail Aleshin mette la firma sulla prima manche stagionale della F.Renault 3.5. Gara 1 al Motorland Aragon è andata in […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wsr-170410-03.jpg Alcaniz, Gara 1: Sotto il diluvio vince Aleshin. Straordinario Zampieri, 2° e best rookie all’esordio davanti a Ricciardo