Adesso è ufficiale. Confermando in toto quanto riportato ieri da Stop&Go, Brendon Hartley è stato escluso dal Red Bull Junior Team. A rendere definitiva la notizia ci ha pensato oggi pomeriggio la multinazionale austriaca, che ha deciso di interrompere il supporto al neozelandese dopo quattro stagioni vissute tra F.Renault 2.0, F3 e, dallo scorso anno, Formula Renault 3.5. Gli scarsi risultati ottenuti da Hartley in questa categoria hanno convinto Helmut Marko, che gestisce il programma giovani della Red Bull, a concludere la collaborazione.

Come previsto, a sostituire il 20enne “kiwi” sulla vettura #7 del team Tech 1 ci sarà Jean-Eric Vergne, altro protetto del colosso dei drink energetici e attuale capoclassifica nella British F3. Il francese, che nei test invernali aveva dettato legge con la SG Formula (poi fallita alla vigilia della stagione), potrà sdoppiarsi su due fronti dato che i due calendari non presentano concomitanze.

Fino ad ora il management di Hartley, che era riserva inoltre di Red Bull F1 e Toro Rosso in alternanza con il compagno di scuderia Daniel Ricciardo, non si è reso disponibile per commentare la situazione. Newstalk ZB, emittente radiofonica di Auckland, rivela comunque che il driver nativo di Palmerston sarebbe già “alla ricerca di una nuova squadra”. Resta da capire se l’intenzione è quella di proseguire l’avventura in F.Renault 3.5, dove al momento occupa il 6° in graduatoria, o di approdare in un’altra serie, anche tenendo conto di eventuali problematiche legate al budget.

Vergne esordirà invece nel week-end del 4/5 settembre a Hockenheim, affiancando Daniel Ricciardo. Al di là del momentaneo stop di Esteban Guerrieri a Montecarlo, si tratterà del primo vero cambio sulla griglia in questo 2010.

Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Adesso è ufficiale. Confermando in toto quanto riportato ieri da Stop&Go, Brendon Hartley è stato escluso dal Red Bull Junior […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wsr-210710-021.jpg Adesso è ufficiale: Hartley fuori dal programma Red Bull, da Hockenheim lo sostituirà Vergne. Cosa farà il neozelandese?