Dopo una stagione ricca di soddisfazioni in Formula Renault 2.0, per Luca Ghiotto è arrivato il momento del grande passo. Il pilota vicentino, infatti, sarà uno degli alfieri del team Draco durante la prossima stagione WSR 3.5. Un’opportunità importante in un momento non troppo felice per l’intero sistema piloti italiano.

La World Series Renault è certamente un campionato molto impegnativo e questo richiederà una preparazione davvero molto accurata nel corso delle varie sessioni di test che precederanno il primo appuntamento della stagione. In un’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Stop&Go, Luca ha espresso un proprio parere su queste prime uscite che lo hanno lanciato all’interno del mondo WSR 3.5.

Prima domanda: tra i test eseguiti nel 2013 e le ultime due sessioni di questo 2014, sei riuscito ad accumulare parecchi giri a bordo della Dallara WSR 3.5. Quali sono le tue impressioni su questa vettura?

Ovviamente i cavalli sono la cosa che colpisce subito arrivando dal Renault 2.0 che ne ha meno della metà. Con i freni in carbonio ci si adatta abbastanza velocemente, la cosa che mi ha messo più in difficoltà è il carico aerodinamico. Si ha l’impressione di poter andare sempre più forte in curva, come se più velocità si porta in entrata curva e più grip ha la macchina.

Quest’anno prenderai parte al campionato con il team Draco. Sei già riuscito a creare un buon feeling con l’intera squadra? Sei soddisfatto del lavoro svolto?

Il feeling con la squadra è stato buono fin dai test di fine 2013. Sono molto soddisfatto del lavoro svolto fin’ora, in tutti i test siamo sempre riusciti a lavorare bene e ad adattare sempre più questa macchina al mio stile di guida.

Tu vieni dalla Formula Renault 2.0, quali sono le principali differenze con la 3.5? Quanto è difficile passare dalla 2.0 alla 3.5?

Le principali differenze sono i cavalli in più, i freni in carbonio con cui si può fare molta più pressione e soprattutto il carico aerodinamico. Poi c’è il DRS che una volta abituati diventa una cosa automatica. Un altra grande differenza rispetto il Renault 2.0 riguarda la fatica fisica, la macchina è molto dura per il collo dato i G laterali molto più alti rispetto il Renault 2.0.

Collegandomi alla domanda precedente, ad Alcaniz hai già provato la nuova vettura anche sul bagnato. Come cambia lo stile su pista bagnata avendo tra le mani una macchina più potente?

Cambia molto il modo di dosare il gas in uscita curva, è molto più facile andare in pattinamento e in testacoda con tutta quella potenza.

Che obiettivi ti sei posto per questa stagione 2014? Punterai subito alla vittoria oppure preferirai un approccio più soft con l’obiettivo principale di fare esperienza per tentare l’assalto al titolo nella prossima stagione?

L’obiettivo per questa stagione è sicuramente lottare con gli altri rookie, non so se sarò in grado di poter lottare per il titolo in questa stagione ma sicuramente l’obbiettivo è essere il primo tra i rookie. Poi dovrò fare molta esperienza e imparare le nuove procedure come i pitstop che non ho avuto nel Renault 2.0.

Hai notato alcune differenze di lavoro rispetto alla Formula Renault 2.0?

Il lavoro non è molto diverso dal Renault 2.0 per ciò che ho visto fin’ora, dovrò aspettare il primo weekend di gara per vedere esattamente cosa cambia.

La World Series Renault 3.5 è ormai diventato uno dei campionati principali per tutti i giovani. Tu che la stai vivendo da dentro, qual è la tua opinione in tal senso?

Io penso che questo campionato abbia un livello molto alto, la macchina penso sia la più simile ad una Formula 1 al giorno d’oggi ed è l’unica categoria inferiore ad avere il DRS. Insegna a gestire molte altre cose mentre si è concentrati a guidare.

Domanda finale: hai già affrontato qualche prova in pista in questo 2014, senza contare che durante lo scorso inverno ti sei tenuto in allenamento in diverse sessioni di lavoro. Alla luce di tutto ciò, ti senti già pronto per l’inizio della nuova stagione?

Credo di essere a un buon livello per l’inizio della stagione. Ora dovrò utilizzare i prossimi test a Jerez per migliorare ancora e arrivare a Monza nelle condizioni migliori.

 

Roberto Valenti
Twitter: @RobertoVal94


Stop&Go Communcation

Dopo una stagione ricca di soddisfazioni in Formula Renault 2.0, per Luca Ghiotto è arrivato il momento del grande passo. In un’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni di Stop&Go […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/03/thumb.jpg A tu per tu con Luca Ghiotto: “Soddisfatto del lavoro svolto finora”