A Castelletto di Branduzzo entra nel vivo la stagione targata WSK con il primo round della Super Master Series, kermesse che si articolerà in quattro racing weekend.

L’esperienza maturata nella Champions Cup consegna a team e piloti una buona cartina al tornasole sui valori in campo, che finora hanno visto Tony Kart e OTK in leggero vantaggio in OK e OKJ, mentre in KZ2 per il discorso vittoria è lotta a tre tra CRG, Tony Kart e Sodi.

60 Mini – Il successo di Michael Paparo (FK/TM) ha sorpreso tutti gli addetti ai lavori per la perentorietà con cui è arrivato. Paparo infatti, dopo esser stato in top10 per tutto il weekend, ha sferrato l’attacco decisivo in Finale dove ha dimostrato di avere uno stile di guida adattabile a tutte le condizioni. Forte della vittoria alla Winter Cup, Luigi Coluccio (Tony Kart/Vortex) si presenterà a Pavia voglioso di fare doppietta. Occhi puntati anche su Leonardo Caglioni, che su Evo Kart/TM è stato finora rallentato dalla cattiva sorte.

OKJ – Nella Junior è lotta a tre tra l’alfiere del team Ricciardo Kiern Jewiss e il duo del Ricky Flynn Motorsport formato da Timothy Peisselon e Fin Kenneally, che già ad Adria si erano contesi il successo in Finale. A questi si uniranno Ulysse De Pauw (BirelART/Parilla) e Rasmus Lindh (Ricciardo/Parilla), sfortunati tre settimane fa ma vogliosi di riscatto. Assente Petr Ptacek Jr (FK/Parilla), infortunatosi ad un braccio durante la preparazione. La buona prova della Winter Cup è un buon incentivo per Dennis Hauger (CRG/Parilla), che già dopo la Champions Cup ci aveva dichiarato di puntare forte sulla gara di Castelletto.

OK – Logan Sargeant (FA/Vortex), Nicklas Nielsen (Tony Kart/Vortex), Karol Basz (Kosmic/Vortex), Lorenzo Travisanutto (Tony Kart/Vortex) e Christian Lundgaard (Energy/Parilla): questi sono i piloti che si contenderanno il gradino più alto del podio a Pavia. I due esordienti Sargeant e Lundgaard hanno dimostrato di essersi adattati al meglio al salto di categoria, in particolare l’americano iridato mondiale nel 2015 in KFJ, che proprio ad Adria ha sbaragliato la concorrenza. Dopo il clamoroso ritiro della Champions Cup, Travisanutto ha saputo riscattarsi con la medaglia d’argento alla Winter Cup, vinta tra l’altro da Nielsen. Tiene botta Basz, cliente scomodo per tutti e dall’asso nella manica sempre pronto. In “agguato” anche Felice Tiene (CRG/Parilla), Martijn van Leeuwen (BirelART/Parilla) e il campione europeo in carica Ben Hanley (Croc/TM).

KZ2 – Paolo De Conto (CRG/Maxter) ad Adria ha ricordato a tutti perchè le competizioni kartistiche sono tra le più spettacolari del panorama motoristico mondiale, dopo un testacoda, infatti, l’italiano ha saputo prima rimontare e poi conquistare il trionfo all’ultima curva ai danni di Rick Dreezen (Ricciardo/Parilla) e Marco Ardigò (Tony Kart/Vortex). La piazza d’onore ha dato comunque modo di sorridere a Dreezen, vista l’inversione di tendenza rispetto alle difficoltà incontrate nel 2015. Alla contesa non mancano i due alfieri Sodi Bas Lammers e Anthony Abbasse, con quest’ultimo che già lo scorso anno sfiorò la vittoria giungendo secondo. Davide Forè (Righetti Ridolfi/TM) sarà all’esordio con i colori giallo blu del team Gold Kart nelle kermesse WSK dopo l’ottima prestazione al South Garda Karting.


Stop&Go Communcation

A Castelletto di Branduzzo entra nel vivo la stagione targata WSK con il primo round della Super Master Series, kermesse che si articolerà in quattro racing weekend […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/SuperMaster_Series_jpg.jpg WSK Super Master – Castelletto, Preview: Al 7 Laghi entra nel vivo la stagione WSK!