Le classifiche WSK si rinnovano a Castelletto. Con nuovi vincitori e conseguente rinnovo di classifiche, la WSK Super Master Series lascia Castelletto di Branduzzo (PV) con tanti protagonisti in più, lanciati nel mondo del karting internazionale.

La seconda tappa della serie WSK ha messo in evidenza, al circuito 7 Laghi, talenti da ogni latitudine terrestre, che sono ora chiamati alla verifica finale tra due settimane, quando si tornerà in Puglia, al Circuito Internazionale La Conca, per disputare la terza e conclusiva prova di stagione.

Ardigo’ si riprende il trono KZ2. I due maggiori contendenti della KZ2 sono stati inizialmente il bresciano Marco Ardigò (Tony Kart-Vortex-Brfidgestone) e il francese Arnaud Kozlinski (Intrepid-TM-Bridgestone), che raccogliendo risultati simili nelle manche di qualifica, e uscendo vincitori dalle rispettive Prefinali, si sono presentati in prima fila nella gara conclusiva. Allo scatto in testa di Ardigò è stata però più efficace la risposta dell’olandese Bas Lammers (FK-Parilla-Bridgestone), lanciatosi all’inseguimento di un avversario apparso però difficilmente raggiungibile. Entrambi hanno condotto una gara impeccabile, sempre a vista tra loro pur se Ardigò ha sempre mantenuto un margine di sicurezza. Il sorpasso decisivo per il podio si è infatti verificato alle spalle dei primi due, quando il trevigiano Paolo De Conto (Birel-TM-Bridgestone) ha completato la sua risalita dalla qiuarta fila di partenza, andando a scavalcare Kozlinski nella lotta per il terzo posto. Con questa meritata vittoria Ardigò scavalca Lammers anche in classifica provvisoria, in attesa del confronto definitivo atteso a Muro Leccese.

Daruvala senza rivali in KF. Il britannico Lando Norris (FA Kart-Vortex-Dunlop) e il bresciano Alessio Lorandi (Tony Kart-TM-Dunlop), attesi protagonisti dopo la vittoria nelle rispettive Prefinali, sono subito usciti di scena, nei concitati momenti subito dopo la partenza della Finale. Ottimo, invece, lo scatto dell’indiano Jehan Daruvala (FA Kart-Vortex-Dunlop), che ha messo a frutto il potenziale messo in mostra nelle manche e in Prefinale, installandosi al comando per allontanarsi subito da ogni avversario. Il francese Gabriel Aubry (Tony Kart-Vortex-Dunlop), nonostante una serie di giri veloci, non è riuscito ad avvicinarsi all’indiano, chiudendo la sua gara in seconda posizione. Il polacco Karol Basz (Tony Kart-Vortex-Dunlop) è rimasto più staccato, pronto ad agire nel caso di un passo falso dei primi due, che però non si è mai verificato. Basz ha chiuso al terzo posto, che gli consente di mantenere il comando in classifica provvisoria, sostenuto dalla vittoria al precedente appuntamento di Sarno (SA).

Baiz prevale in KFJ. Mauricio Baiz (Exprit-Vortex-Vega), si è proposto sin dall’inizio come miglior candidato alla vittoria finale. Conquistata la pole position nelle prove ufficiali, il venezuelano non ha espresso nelle manche il suo vero potenziale, come ha manifestato poi in Prefinale e in Finale: nella gara decisiva Baiz si è subito portato in testa, incrementando il vantaggio fino a non essere più raggiungibile. La vittoria di Castelletto lancia ora Baiz in vetta alla classifica KFJ. Una rincorsa simile è stata compiuta dal tedesco Mick Junior (Tony Kart-Vortex-Vega), che ha poi mantenuto una distanza di sicurezza sugli inseguitori, tale da consentirgli di chiudere comodamente al secondo posto. Alle sue spalle, un duello tenuto impegnati il bresciano Leonardo Lorandi (Tony Kart-TM-Vega) e veneto il Davide Lombardo (Exprit-Vortex-Vega), in bagarre tra loro con scambio di posizioni: motivo che ha leggermente fatto arretrare i due, che hanno concluso nell’ordine.

Gafar all’ultimo giro nella 60 Mini. Un vecchio adagio delle corse afferma che le gare si vincono sotto la bandiera a scacchi. Ed è quello che è successo a Muizz Gafar (Hero-LKE-Vega), che ha approfittato di un contatto tra il barese Nicola Abrusci, in quel momento in testa, e il suo inseguitore, Antonio Serravalle (entrambi su Tony Kart-LKE-Vega). Gafar ha sfilato così i due, facendo sua la vittoria in Finale, seguito da Makar Mizevych (Tony Kart-LKE-Vega) e Christian Corbellini (Top Kart-Parilla-Vega). I due vincitori delle Prefinali e mattatori della prima parte di gara, Abrusci e Serravalle, hanno dovuto accontentarsi rispettivamente del quarto e del quinto posto. In classifica è ora Mizevych a comandare, lanciato dal secondo posto di oggi.

WSK in TV. Concluse le Finali odierne, riviviamone le emozioni nella differita che sarà trasmessa giovedì 17 aprile alle 18:00 su Rai Sport 2, rete che il giorno seguente trasmetterà anche il servizio speciale dedicato all’intero weekend al 7 Laghi.


Stop&Go Communcation

Le classifiche WSK si rinnovano a Castelletto. Con nuovi vincitori e conseguente rinnovo di classifiche, la WSK Super Master Series […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/04/KZ2_Podiumjhghjgh.jpg WSK Super Master – Ardigò, Daruvala, Baiz e Gafar i vincitori a Castelletto