Oltre 180 piloti in rappresentanza dei team e dei costruttori principali del panorama karting si sono dati appuntamento a Muro Leccese per il 1° degli eventi WSK 2013: la Serie Master.

Con 4 classi ammesse (60 MINI, KFJ, KF e KZ2), la WSK Master ha aperto gli eventi WSK che, nel 2013, vedranno il circus del karting di vertice in pista in ben 9 gare: la Master e la Euro Series su 4 Round, oltre alla WSK Final Cup che chiuderà la stagione a Novembre. Il team ufficiale Birel sarà impegnato al gran completo per la Euro Series, il campionato a maggior respiro Internazionale, ma per prepararsi al meglio per la stagione che sta entrando nel “vivo” ha presenziato anche alla 1ª prova della Master con un organico piloti ridotto.

L’obiettivo dello staff tecnico Birel è stato quello, in primo luogo, di testare il livello di competitività di telai e motori, “rodando” soprattutto la nuova collaborazione tecnica avviata con la TM.Da questo punto di vista il bilancio della trasferta è stato positivo, con prestazioni eccellenti in tutte le classi, come sottolinea il responsabile tecnico del team Mariano De Faveri: “Siamo molto soddisfatti delle prestazioni in senso generale, anche se i risultati in alcune categorie sono stati compromessi da qualche “contatto” di troppo: a questo proposito abbiamo richiamato l’attenzione dei commissari di gara affinché tutti gli strumenti di controllo a loro disposizione siano usati con efficacia e rigore garantendo alle corse uno svolgimento più regolare. Detto questo, in ogni caso, il riscontro che la pista ci ha fornito è per noi molto positivo in quanto le prestazioni sono state in tutte le classi in linea con i migliori, sia nelle classi KF, sia nella KZ dove con De Conto siamo ripartiti dal podio dimostrando un potenziale tecnico molto elevato. Un dato molto positivo che voglio sottolineare, infine, riguarda anche il lavoro svolto dai piloti nuovi: si sono integrati bene con la squadra fin dai test invernali e si sono confermati di altissimo profilo anche in questo primo appuntamento agonistico”.

KZ2: Cambia il motore che “spinge” il telaio Birel RY 30 di Paolo De Conto rispetto alla stagione passata, ma non la sostanza: nella giornata di Sabato il veneto ha ottenuto il 3° tempo in qualifica a soli 80 millesimi dalla pole di Verstappen, per poi chiudere al 3° posto anche la 1ª manche. Nella 2ª gara di qualificazione, però, un contatto l’ha relegato in fondo alla classifica e, soprattutto, oltre la metà schieramento sulla griglia di partenza della prima Finale, dove con la grinta di sempre è comunque risalito fino a ridosso dei primi chiudendo in 8ª posizione. La vittoria della corsa, invece, è andata a Verstappen su Hanley. Il format della KZ2 ha previsto nuove manche e la 2ª Finale nella giornata di Domenica, quando a rallentare il pilota Birel nelle fasi di qualificazione è stato un piccolo problema tecnico che lo ha relegato al 13° posto della 2ª manche dopo che aveva chiuso la prima gara in 5ª posizione. Ma in Finale tutto è tornato a posto e con un rimonta eccezionale De Conto ha portato il suo Birel-TM al 2° posto facendo segnare lo stesso esatto “crono” del vincitore Verstappen – Paolo De Conto: “Abbiamo fatto questa corsa per avere un confronto in condizioni di gara con i nostri avversari dopo il lavoro svolto sia sul fronte telaio, sia motoristico e al di la del risultato i riscontri e i dati raccolti sono molto buoni per la squadra. Le nostre prestazioni sono state sempre in linea con i migliori e il rendimento del telaio si è confermato eccellente in tutto l’arco del weekend, confermando quella grande versatilità su cui puntiamo molto per fare la differenza nel corso della stagione agonistica”.

KF: Il nuovo acquisto del team ufficiale Birel George Russell ha iniziato in “salita” il weekend di Muro, finendo fuori pista 2 volte su 3 manche disputate il Sabato. Costretto alla gara di “recupero” ha poi disputato una bella pre – finale, che ha chiuso al 12° posto facendo segnare gli stessi tempi dei primi al traguardo, ma soprattutto mettendo a segno oltre 15 sorpassi. In Finale (vinta da Boccolacci su Convers) si è confermato veloce chiudendo la sua prima gara con i colori Birel in 8ª posizione un po’ in debito di gomme, ma con la consapevolezza che il potenziale per puntare molto in alto è presente sia sul fronte del telaio, sia per quanto riguarda il motore TM. – George Russell: “Questa gara è stata compromessa dagli episodi sfavorevoli delle manche, in ogni caso il bilancio di questa “prima uscita” con i colori Birel è molto positivo, sia per le prestazioni che abbiamo fatto vedere, sia per il lavoro svolto e impostato con la squadra. Sono rimasto molto soddisfatto del rendimento del telaio, che anche in fase di rimonta guidando in modo aggressivo non ha compromesso gli pneumatici, così come devo sottolineare l’efficacia del motore TM: con questo “pacchetto” tecnico siamo in grado di confrontarci per la vittoria in tutti gli eventi”.

KFJ: Si è subito qualificato per la Superpole il francese Gabriel Aubry, che Sabato ha anche ottenuto il 6° posto nella 1ª manche disputata; ma poi due incidenti hanno condizionato la sua giornata di qualificazione relegandolo al 24° posto nella classifica intermedia delle penalità. Ma il conto con la sfortuna e soprattutto con l’irruenza di qualche avversario per Aubry non era ancora chiuso nella giornata, tanto che Domenica un nuovo incidente l’ha eliminato dalla Pre-Finale privandolo della qualificazione per la Finale. A parziale consolazione del francese, comunque, rimane per la giornata di Domenica il miglior tempo nel warm up e il 2° giro veloce fatto segnare in pre-finale dopo il contatto, prestazioni che sottolineano bene sia l’efficacia telaio Birel, sia del motore TM anche nella classe Junior – Gabriel Aubry: “Potrei sintetizzare questo weekend in modo semplice: bene per quanto riguarda le nostre performance, sia di telaio, sia di motore, ma molto male il risultato a causa dei contatti che tutti hanno visto. Forse in questa prima gara dell’anno molti piloti avevano troppa “foga” di farsi notare e i contatti sono stati troppi, così come va detto che qualche debuttante proveniente dalla MINI Kart ancora deve prendere le “misure” con la maggior potenza e riferimenti diversi della KF. In ogni caso volevamo capire le nostre potenzialità e da questo punto di vista siamo tutti molto soddisfatti”.


Stop&Go Communcation

Oltre 180 piloti in rappresentanza dei team e dei costruttori principali del panorama karting si sono dati appuntamento a Muro […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/02/deconto.guyguygu.jpg WSK Master – Prestazioni positive ma qualche contatto di troppo per Birel a Lecce