“Ultima curva” per il 2015 targato WSK Promotion, che questo weekend andrà agli archivi con la Final Cup.

La location è sempre l’Adria Karting Raceway, che proprio con questa competizione compirà il primo anno di competizioni internazionali. Quattro come al solito le categorie: 60 Mini, KFJ, KF e KZ2 che, dopo i mondiali di Le Mans e Muro Leccese, vedono un parco partenti con molti cambiamenti.

60 Mini – Nella categoria più incerta del lotto si ripropone lo scontro tra Mattia Michelotto (Energy/Iame) e il duo Evo Kart formato dal Leonardo Marseglia e Leonardo Caglioni. I tre si sono sfidati nell’ultimo mese a più ripetizioni nell’ottobre di “fuoco” di Lonato. Grande dispiego di forze per il team di Antonio Penna, che si presenterà ai nastri di partenza con ben 5 piloti (tra cui Caglioni e Marseglia).

KFJ – Orfana del suo campione del Mondo, la Junior è giunta al primo “rimpasto” generazionale, che consegnerà gli avversari a Marta Garcìa (FA/TM), probabilmente alla sua ultima gara in karting o comunque in KFJ, e a Christian Lundgaard (Energy/ITM), anch’egli pronto a fare i bagagli. Si candida prepotentemente al ruolo di inseguitore numero 1 David Vidales, compagno del danese campione europeo in carica, che ben si è comportato nel Trofeo delle Industrie. Per affrontare al meglio la sfida Frederik Vesti ha deciso di cambiare colori, passando a Forza Racing con materiali OTK, mentre Dmtrii Bogdanov si è accasato in Ricky Flynn Motorsport.

KF –  Tanti cambiamenti nella classe regina del karting a presa diretta, che dà il benvenuto a Felipe Drugovich, il quale affiancherà il campione del Mondo Karol Basz in Kosmic, Kush Maini, la cui presenza però è in forte dubbio a causa della rottura della spalla sofferta a Lonato lo scorso weekend, Bent Viscaal sempre col KSM di Schumacher e Logan Sargeant (FA/Vortex), promosso dopo il successo iridato in KFJ a La Conca. Si muove anche Lorenzo Travisanutto, che quest’anno giunge al terzo cambio di casacca, dopo PCR e Kartronix, infatti, il talento di Spilimbergo si è accasato in KSM. A partire col nastro del favorito sarà Basz, che se la vedrà con il rivale di sempre Nicklas Nielsen (Tony Kart/Vortex) e con un Richard Verschoor (Exprit/TM) voglioso di riscatto dopo il mondiale pugliese prima di un probabile sbarco in F.4 il prossimo anno (leggi qui).

KZ2 – 20 saranno i piloti della categoria shifter, tra cui Marco Ardigò (Tony Kart/Vortex) ed Arnaud Kozlinski (Sodi/TM), indiziati numeri 1 per il successo. Assenti molti protagonisti di questa stagione, impegnati oltreoceano. Tony Kart orfana di Flavio Camponeschi scommette su Luca Corberi, il quale potrebbe essere una delle opzioni per sostituire il romano stesso.


Stop&Go Communcation

“Ultima curva” per il 2015 targato WSK Promotion, che questo weekend andrà agli archivi con la Final Cup […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/10/WSK_SENN3570.jpg WSK Final – Adria, Preview: La bandiera a scacchi è pronta a calare sul 2015 WSK