Le otto gare già svolte, nei primi quattro appuntamenti della WSK International Series 2007, non sono ancora bastate per definire i vincitori, se non in classe KZ2. Al belga Jonathan Thonon (CRG-Maxter), che ha dominato questa categoria, si aggiungeranno i vincitori in KF2 e KF3 soltanto dopo il prossimo appuntamento di Lonato (BS), in calendario sul Circuito South Garda il prossimo fine settimana, dal 29 giugno al 1. luglio. Sulla pista lombarda si prepara dunque il gran finale di questa seconda edizione della serie WSK. E tutto lascia pensare che le gare del prossimo weekend potranno rappresentare il top agonistico dell’intera stagione.

Reduci dalle battaglie sui circuiti italiani di Sarno (SA) e di Muro Leccese (LE), affiancati dal nuovissimo circuito spagnolo di Zuera (Saragozza) e dallo storico impianto francese di Salbris, tra gli assi della KF2 solo tre sono rimasti in lizza per la vittoria finale. Si tratta del belga Yannik De Brabander (Maranello-Parilla-Bridgestone) e degli spagnoli Javier Tarancon FA Kart-Vortex-Bridgestone) e Miki Monras (Maranello-Parilla-Bridgestone). Le possibilità matematiche sono ristrette tra questi tre piloti, che hanno animato con i loro duelli l’intera stagione. De Brabander parte con i favori del pronostico, avendo accumulato 17 punti su Tarancon. Entrambi gli spagnoli, però, contano pure sulla regola degli scarti, secondo la quale si dovranno eliminare i peggiori risultati ottenuti (anche in appuntamenti diversi) in Finale 1 e in Finale 2. Con queste premesse, l’ultima parola sul vincitore potrebbe dirla solo la seconda gara di Lonato.

Più imprevedibile è la situazione di classifica in KF3, nella quale è al comando l’inglese Jack Harvey (Maranello-XTR-Dunlop), vincolato però a due scarti da effettuare. Il suo più vicino avversario, il finlandese Aaro Vainio (Maranello-XTR-Dunlop), ha già un risultato a vuoto da poter scartare. Il bergamasco Matteo Viganò (Birel-XTR-Dunlop) e il bolognese Alessandro Kouzkin (Tony-Vortex-Dunlop), pur staccati di diverse lunghezze, potranno invece sommare a Lonato l’intero punteggio, visto che entrambi possono già eliminare due piazzamenti a zero punti.

A giochi di classifica conclusi, la KZ2 offrirà comunque spunti interessanti, in gare che saranno animate non solo dallo squadrone CRG, con Thonon e il portoghese Armando Parente, lo statunitense Gary Carlton e il lituano Kazimieras Vasiliauskas. Sono infatti annunciati dal team Maranello il bresciano Davide Forè e il fiorentino Alessandro Piccini, mentre da Casa Intrepid sono attesi il forlivese Alessandro Manetti e l’altro bresciano Roberto Toninelli, entrambi al volante dei rispettivi Intrepid-TM-Vega. In aggiunta ai top driver della categoria, a Lonato vi sarà una interessante gara di contorno per la classe con il cambio: quella della 125 TTI Carbonio, costituita dai kart carenati realizzati dal Team Tiercelin, con telaio in fibra di carbonio e cambio sequenziale a 6 rapporti con comando al volante. Questa gara sarà valida quale terza prova del Trofeo Europa e 4. appuntamento del Trofeo Italia. Classifiche e aggiornamenti sulla WSK International Series, compresa la programmazione TV (RaiSport satellite e digitale terrestre; e Stop&Go sulla satellitare UnoSat – Sky 862) sono pubblicati sul sito ufficiale www.wsk.it

Nella foto, De Brabander e Camponeschi in prima fila allo start della KF2 di Salbris


Stop&Go Communcation

Le otto gare già svolte, nei primi quattro appuntamenti della WSK International Series 2007, non sono ancora bastate per definire […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/KF2_start_Salbris-2.jpg WSK: Cresce l’attesa per l’ultimo round di Lonato …