Logan Sargeant (FA/Vortex) ha vinto la finale KFJ degna della miglior regia thriller di Stephen Spielberg.

Lo scroscio d’acqua caduto nel corso del 9° passaggio ha costretto i giudici di gara a giudicare bagnata la pista e a richiamare i piloti ai box esponendo la red flag. Non tutti però hanno montato le Vega Wet e così al restart le strategie diversificate hanno creato grande scompiglio. Su tutti spunta Bogdan Fetisov (Tony Kart/Vortex), il quale con gomme scanalate tenta il colpo grosso. La sua escalation dura fin quando l’asfalto non si asciuga, poi il russo è costretto a lasciare il testimone a Sargeant e a Kush Maini (Tony Kart/Vortex), regolato nel penultimo giro dallo statunitense con un sorpasso da circoletto rosso.

Il gradino più basso del podio va a Sung Yue Yang (FA/Vortex), cucchiaio di legno per Davide Lombardo (Exprit/Vortex), andato in testacoda durante il regime di slow mentre era in top3.

5 a piazza per Clement Novalak (Tony Kart/Vortex) davanti ad un Christian Lundgaard (Tony Kart/Vortex) abile ad infilare ben 25 piloti in 16 passaggi e al team mate Jean Baptiste Simmenauer.

8° Lorenzo Colombo (Tony Kart/LKE), mentre Sebastian Fernandez (Exprit/LKE) e Artem Petrov (DR/TM) completa una top ten, che vede ben 8 propulsori Vortex.

Classifica completa


Stop&Go Communcation

Logan Sargeant (FA/Vortex) ha vinto la finale KFJ degna della miglior regia thriller di Stephen Spielberg […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/02/Fetisov_x_Sargeant.png WSK Champions Cup – Muro Leccese, Finale KFJ: Vittoria al fulmicotone per Sargeant, non paga l’azzardo di Fetisov