Non ha steccato all’esordio con la nuova omologa OKJ Alessandro Giardelli, che ha chiuso la prima gara dell’anno, la WSK Champions Cup, in 8a piazza.

Il portacolori del Lario Motorsport si è dimostrato subito a proprio agio col nuovo motore factory LKE, che nell’inverno è stato prefrito al TM, risultando competitivo durante tutta la competizione. Non è un caso, dunque, che il driver di Colico sia stato il migliore degli italiani e solitamente chi ben comincia… è a metà dell’opera.

“Sono molto soddisfatto del mio risultato” ha commentato Giardelli in esclusiva a Stop&Go. “L’8a piazza è un buon inizio e mi fa piacere esser stato il primo degli italiani. I presupposti erano buoni, soprattutto a livello cronometrico, in più il motore factory by LKE (prima usavano i TM, ndr) si è rivelato da subito molto competitivo e mi ha aiutato a raggiungere la top10”.

“Dove vedo Alessandro Giardelli nel 2016? Beh, i presupposti sono senz’altro buoni, non ci resta che rimboccarci le maniche, incrociare le dita e puntare ancora più in alto” ha concluso.


Stop&Go Communcation

Non ha steccato all’esordio con la nuova omologa OKJ Alessandro Giardelli, che ha chiuso la prima gara dell’anno, la WSK Champions Cup, in 8a piazza […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/02/11988700_10207568530321202_295595028147199799_n.jpg WSK Champions Cup – Giardelli subito promosso in OKJ: “L’8a posizione è una buona base per il futuro!”