La Serie iridata della WSK ha preso il via da Portimao in Portogallo, dove si è svolta la gara Europea del campionato che, in seguito, toccherà anche il continente Americano e Africano per il 2° e 3° round. Il consuntivo di questo primo appuntamento in casa Birel è stato ampiamente positivo, soprattutto dal punto di vista delle prestazioni espresse. A partire dalla SKF dove Sauro Cesetti ha ottenuto un ottimo 3° posto in Gara 1 e il 6° in Finale; ma le prestazioni sono state su standard elevate in tutte le classi: in KF3 si è posto in grande evidenza Sorensen, mentre in KF2 i piloti Birel e RK sono stati protagonisti di una prestazione positiva corale; a questo proposito, basti pensare che dopo le manche Basz, Barrabeig e King erano tutti tra i top 5.

Tornando alla cronaca del weekend, in SKF dopo le fasi di qualificazione la pole è andata a Convers, mentre Cesetti ha guadagnato la 6ª posizione in griglia. Più difficoltà hanno incontrato nelle fasi di qualificazione Dalè e Toman, rispettivamente 12° e 13°; per quanto riguarda Viganò, al debutto con i colori RK, dopo l’8° tempo in qualifica, alcuni problemi nelle manche l’hanno relegato al 14° posto in griglia. La Pre-Finale, che ha assegnato i primi punti iridati ai piloti della “top class” ha visto Convers confermarsi ai vertici conquistando il successo su Cooper, mentre al 3° posto ha chiuso una bellissima gara Cesetti. Il marchigiano si è confermato tra i top driver della categoria e ha soprattutto ribadito le ottime potenzialità del motore BMB, già costantemente nelle parti alte della classifica nonostante sia nell’anno del debutto agonistico. Positivo anche Toman, 9° al traguardo girando con il “passo” dei primi. Sfortunato, invece, Viganò: il portacolori del team RK si è toccato con un avversario perdendo lo spoiler anteriore nel corso del 1° giro. In Finale lo staff tecnico BMB ha provato una configurazione leggermente diversa sul motore, ma le prestazioni sono state inferiori alle aspettative, tanto che Cesetti si è dovuto accontentare del 6° posto. Al contrario, Toman ha confermato la propria progressione chiudendo la corsa al 4° posto ad un passo dal podio. Ha destato quasi scalpore, invece, la corsa di De Vries: il belga ha recuperato su tutti gli avversari con grande facilità andando a vincere la Finale con 3″ di vantaggio su Convers. Ancora una volta, infine, va detto della sfortuna di Viganò fuori per un contatto. 

In KF2 dopo le qualifiche e le manche la competitività del binomio Birel -BMB è stata sottolineata dalle prestazioni di Basz, Barrabeig e King, rispettivamente 3°, 4° e 5°. Lennox, invece, è stato penalizzato da un problema in qualifica e nonostante delle buone manche ha ottenuto solo la 19ª posizione alle spalle di Sorensen (team Italsport), mentre al vertice della classifica si è inserito l’inglese Varley. In Pre-Finale lo stesso Varley ha conquistato il successo, mentre Basz dopo essere sfilato molto bene al via ha accusato un problema al carburatore che l’ha retrocesso gradualmente fino alla 8ª posizione finale, immediatamente alle spalle dell’ottimo King (team JRP) che ha ottenuto un positivo 7° posto. Poco più indietro, al 13° posto, si è classificato Lennox, che ha recuperato molte posizioni rispetto al via, mentre è stato molto sfortunato Barrabeig, rimasto coinvolto in un incidente nel corso del 1° giro. Nella Finale del pomeriggio Basz è partito cercando subito il riscatto, ma purtroppo un contatto l’ha retrocesso nelle retrovie e in seguito un problema tecnico l’ha costretto al ritiro mettendo fine alla sua gara. Un problema di natura tecnica ha fermato anche Lennox, mentre Barrabeig partito in fondo dopo l’incidente di Gara-1 ha fatto una bellissima rimonta fino all’11° posto. Ma il vero protagonista della gara con i colori Birel è stato Jordan King, che ha ottenuto un bellissimo 3° posto alle spalle di Lock e Varley.

Per quanto riguarda la KF3, Christian Sorensen, il pilota ufficiale della Birel Motorsport, è stato per tutto il weekend tra i più veloci confermando il pacchetto tecnico Birel-BMB ai vertici di questa strategica categoria giovanile. Dopo il 4° tempo in qualifica Sorensen ha chiuso le manche guadagnando il 3° posto assoluto in griglia per Gara -1, dove si è poi confermato velocissimo andando a conquistare il 3° gradino del podio alle spalle di Verstappen e Fioravanti. In Finale avrebbe potuto anche fare meglio, tanto che dopo essere sfilato 2° poteva giocarsi le proprie chance. Ma un leggero errore dopo aver subito l’attacco di un avversario l’ha retrocesso al 6° posto, da dove ha dovuto iniziare una nuova rincorsa al podio. Arrivato al 4° posto, però, la gara è stata neutralizzata per un incidente e così il successo è andato a Visoiu su Verstappen e Fioravanti, con il pilota Birel che si è classificato al 4° posto. 

La KZ2, infine, ha visto Fuchs in gara con i colori RK confermare l’eccellenza della tecnologia del Gruppo Birel, chiudendo un ottimo weekend con il 7° posto in Gara 1 e il 5° in Gara 2. Se pensiamo che il successo è andato in entrambe le gare a Thonon e in zona podio hanno chiuso piloti dell’esperienza di Ardigò e Dreezen, i risultati del pilota polacco sono di assoluto rilievo. Positivo anche lo svizzero Ludi in gara con i colori Spirit: in Gara 1 ha chiuso al 10° posto e in Gara 2 si è classificato in 8ª posizione.

Mariano De Faveri (Responsabile Tecnico della Birel Motorsport): “Il bilancio tecnico e sportivo di questo weekend penso sia molto positivo: in SKF Cesetti poteva chiudere entrambe le gare sul podio e anche Toman, soprattutto nelle fasi Finali, si è espresso su ottimi livelli; lo stesso vale per le classi KF3 e KF2 dove le nostre performace sono state da podio. Anche in KZ2 il nostro telaio ha funzionato al meglio e facendo un analisi delle classifiche vediamo che Fuchs è stato il più veloce dei piloti con esperienza da KK2, visto che Thonon, Ardigò e altri che hanno concluso davanti a lui sono tutti piloti di KZ1. Per il prosieguo di questa Serie tutto il nostro staff tecnico è molto ottimista e contiamo di colmare l’ultimo step che ci divide dalla vittoria già nei prossimi appuntamenti.”

Sauro Cesetti (Birel – SKF): ” In Finale abbiamo modificato alcune cose nella configurazione del motore, ma non abbiamo trovato i riscontri desiderati; l’obiettivo era quello di colmare il piccolissimo gap che ci divideva dai piloti Kosmic per provare a giocarci il successo, anche se poi analizzando le prestazioni di De Vries forse niente sarebbe stato sufficiente. Devo dire che i telai Birel 2010 su questa pista si sono confermati ancora una volta versatili e efficaci, così come va detto che per essere alla prima stagione agonistica il livello del motore Bmb è già equivalente ai migliori concorrenti.” 

Karol Basz (RK – KF2): ” L’aspetto positivo di questo weekend è legato alle prestazioni: il motore funziona molto bene, penso sia tra i top in KF2 e anche con il telaio abbiamo trovato un ottimo set-up. Purtroppo, però, abbiamo capitalizzato molto meno rispetto al nostro potenziale a causa di un banale problema al carburatore in Gara -1 e per alcuni contatti nella 2ª Finale. Per le prossime gare, in ogni caso, siamo determinati  e consapevoli di poter ottenere quei risultati che tutto il team merita.”

Christan Sorensen (Birel-KF3): “Sono molto contento della nostra gara: fino dalle prime prove libere siamo stati tra i più veloci e ci siamo poi confermati anche nelle qualifiche, nelle manche e in gara. In Pre-Finale ho pensato principalmente a capitalizzare punti per il campionato, ma in Finale ero determinato a provare a vincere. Purtroppo sono stato “allargato” in bagarre finendo al 6° posto e mentre stavo recuperando è stato esposto lo Slow Down, così mi sono dovuto accontentare del 4° posto anche se sono certo che sarei potuto salire sul podio. Il bilancio complessivo è comunque molto positivo e dal punto di vista tecnico possiamo affermare di disporre di uno dei migliori pacchetti telaio-motore del lotto in KF3.”


Stop&Go Communcation

La Serie iridata della WSK ha preso il via da Portimao in Portogallo, dove si è svolta la gara Europea […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/wskbirel1.jpg World Series – Round 1 – Portimao – Birel & RK report: Bene Cesetti, Sorensen e i motori BMB