E’ un Jonathan Thonon rigenerato quello che, in esclusiva per Stop&Go, ha raccontato l’epilogo del WSK Super Master Series, trofeo archiviato lo scorso weekend.

Per il belga quella di Sarno è stata la seconda gara dopo lo “stop” dovuto alla nascita della figlia, diventata subito una motivazione ad andare oltre il limite per il “cannibale”, velocissimo ed implacabile nella Finale di domenica scorsa, coriaceo e resistente in Prefinale col telaio storto.

“Mi sento meglio dopo il ritorno” ha commentato Thonon. “Sono più tranquillo e rilassato, inoltre ho davvero tanta voglia di girare”

“A Sarno eravamo molto veloci, peccato per la Prefinale, nella quale abbiamo gareggiato con il telaio storto. Volevo fermarmi, soltanto che avevo il ritmo per stare con quelli davanti e quelli dietro non riuscivano a sorpassarmi, per cui abbiamo limitato i danni con la 15a posizione. Era la prima sessione in cui non cercavamo l’assetto. Ora testa a Zuera, dove andremo forti dei tanti sorpassi e del ritmo mostrato in Finale, nella quale avevamo il passo per stare con Abbasse (Anthony, ndr) e Ardigò (Marco, ndr)”.

Una battuta sull’essere pilota-padre, Enzo Ferrari diceva che si perdono circa 1” al giro. Che sensazione ti da? “Essere padre è la cosa più bella che mi potesse capitare, questo non va ad inficiare la mia carriera, anzi, quando arrivo in pista sono più rilassato e tranquillo” ha concluso.

Credits: Iame


Stop&Go Communcation

E’ un Jonathan Thonon rigenerato quello che, in esclusiva per Stop&Go, ha raccontato l’epilogo del WSK Super Master Series, trofeo archiviato lo scorso weekend […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/05/Thonon_Sarno.jpg Thonon, il ritorno del Cannibale: “In Prefinale a Sarno avevo il telaio storto, in Finale però eravamo velocissimi!”