Dopo l’assaggio della Champions Cup, la stagione WSK entra nel vivo con il primo round della Super Master Series, ancora sul tracciato di Adria.

Tutto pronto per replicare il grande show della Champions Cup, il kartodromo di Adria ospiterà questo weekend la prima delle quattro tappe Super Master Series 2017. Appuntamento che vedrà la presenza di gran parte dei protagonisti della scorsa settimana e non solo, ancora una volta saranno ben 250 i partecipanti, giunti ad Adria per dare inizio alla stagione. Come detto già anticipato da Stop&Go, la WSK presenterà il nuovo punteggio proprio questo weekend. Le classifiche incominceranno a delinearsi fin dalle prime manche di venerdì prossimo, grazie al nuovo regolamento sportivo che quest’anno assegna il punteggio a partire dalle gare di qualifica, per poi proseguire nella distribuzione dei punti nelle Prefinali e nelle Finali della domenica.

In 60 Mini si riapre la lotta con Gamoto ancora in prima linea, forte della vittoria di Alfio Spina, il team italiano proverà ad animare la lotta, stesso discorso per il neo alfiere Parolin, Gabriele Minì. Il siciliano ha accarezzato la Champions Cup con una rimonta da urlo dal primo all’ultimo giro, lotta che potrebbe trovare il “bis” questo weekend. Tra gli agguerriti, si aggiunge la Baby Race con Nikita Bedrin sempre più competitivo, possibilità di riscatto per Pulito, Giardelli, Antonelli e Variawa, protagonisti del precedente weekend.

L’OKJ si prepara a vivere l’assalto al potere da parte di tutti i partecipanti nei confronti della Ward Racing. Il trio svedese fa ancora paura con la recente doppietta sfiorata di Morozov e Bulantsev. Il primo a candidarsi per il ruolo di “guasta feste” è l’interessante pilota francese Gillian Henrion (CRG/Parilla). Gli “All blacks” potranno contare anche sulla new entry Antonio Josè Gomez Hernandez, sesto al termine del primo weekend nella categoria. Andrea Rosso, cercherà di riportare in alto la Baby Race vendicando una finale mancata a causa di un contatto di gara che l’aveva messo fuori dai giochi. Spunti interessanti da confermare, anche per la Chiesa Corse con Michelotto, David e Marseglia.

Il “Golden boy” Pedro Hiltbrand (Tony Kart/Vortex), reduce da un “buona la prima” con Tony Kart, sarà certamente l’uomo da battere per quanto riguarda l’OK. Pronti ad inserirsi nella lotta, ancora la Chiesa Corse con Lorenzo Travisanutto e la VDK di Ulysse de Pauw ed il Campione del Mondo, Victor Martins. Chiamato al riscatto Karol Basz (Kosmic/Vortex) solo decimo durante la Champions Cup.

Sarà ancora tripletta CRG in KZ2? I fratelli Pex e Flavio Camponeschi tenteranno di ripetersi facendo attenzione alla presenza di un certo Paolo De Conto, quarta punta di diamante CRG e della stella Tony Kart, Marco Ardigò. Tanti grandi nomi nella massima serie a partire da Simo Puhakka (CRG/TM), Jeremy Iglesias (IPK/TM), il duo Sodi Abbasse-LammersTom Joyner (Zanardi/Parilla), Petr Ptacek (IPK/TM). Torna in pista anche il Campione Italiano Francesco Celenta nelle vesti Praga Racing Team. Buone possibilità di ben figurare per Felice Tiene (BirelArt/TM), Davide Forè (GoldKart/Vortex) e Matteo Viganò (Tony Kart/Vortex).

Appuntamento a domani con le prime sessioni di prove ufficiali.

Credits: PhotoEmotions – EF
Simone Corradengo


Stop&Go Communcation

Dopo l’assaggio della Champions Cup, la stagione WSK entra nel vivo con il primo round della Super Master Series, ancora sul […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/02/FRAN6023-1024x683.jpg Master Series – Preview: La stagione WSK subito nel vivo