E’ tutto pronto al 7 Laghi Kart di Castelletto di Branduzzo per il secondo appuntamento del Super Master Series, ambitissimo trofeo targato WSK Promotion.

La prima novità rispetto al round opening di Adria è l’istallazione di una nuova tecnologia di telecamere che consentirà ai direttori di gara di monitorare ogni istante della competizione al fine di rendere le decisioni del collegio arbitrale il più trasparenti possibile; innovare resta l’imperativo di Luca De Donno, caratteristica questa che è valsa alle competizioni WSK l’appellativo di “Formula 1 del karting”.

I piloti al via delle classi regine, OK e KZ2, si presentano nell’Oltrepò pavese con il chiaro obiettivo di cercare conferme dopo l’evento all’Adria Karting Raceway. In particolare, in OK, si profila l’accesa lotta tra Ulysse De Pauw (Kosmic/Parilla) e Lorenzo Travisanutto (Zanardi/Parilla), con quest’ultimo in forma smagliante dopo la prestigiosa vittoria alla Winter Cup di Lonato. Chiamato al riscatto Pedro Hiltbrand (Tony Kart/Vortex), apparso il leggera difficoltà nelle ultime due uscite dopo il trionfo nella Champions Cup. Occhi aperti, infine, per gli esordienti David Vidales (Tony Kart/Vortex), Victor Martins (Kosmic/Parilla) e Dennis Hauger (CRG/Parilla), i quali hanno fatto vedere di potersela giocare alla pari con i grandi nomi della categoria.

Da sottolineare, inoltre, il ritorno di Tom Joyner (Zanardi/Parilla) al “primo amore”, l’OK, dopo le esperienze non esaltanti in KZ2. Questo, senza dubbio, fa della compagine di Dino Chiesa una delle più pericolose del lotto.

Proprio la KZ2 sembra un discorso tutto francese: la doppietta Sodi con Anthony Abbasse e Bas Lammers ad Adria e la prova monstre di Jeremy Iglesias (FK/TM) a Lonato sembrerebbero restringere a questi tre nomi il discorso per la vittoria. D’obbligo il condizionale, specie quando la entry list vede nomi del calibro di Paolo De Conto (CRG/TM), dei fratelli Pex, Jorrit e Stan, già protagonisti nella prima stagionale con la divisione olandese CRG, e di Marco Ardigò; punta di diamante del factory team Tony Kart.

Da registrare, infine, un’importante novità in casa Gold Kart, dove i vertici del team hanno deciso di fare dietrofront e adottare nuovamente sul kart di Davide Forè i propulsori TM, abbandonati a fine 2016 in luogo dei Vortex.

Le prove libere, in corso di svolgimento nella giornata odierna, lasceranno spazio domani alle Prove Ufficiali, che decretano l’inizio del weekend.

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Countdown quasi esaurito a Pavia per il secondo round della WSK Super Master Series […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/03/EUG_5385-1024x683.jpg Master Series – Pavia, Preview: OK e KZ2 in cerca di conferme al 7 Laghi