In esclusiva a Stop&Go, il dominatore WSK, Andrea Rosso, fa il punto sulla stagione. Dalla conquista del titolo al futuro nelle quattro ruote, immediato e prossimo.

L’Italia dei motori che vince e convince, esiste e parte dal kart. Da sempre palestra di campioni futuri, il mondo delle quattro ruotine, continua a regalare soddisfazioni ai colori azzurri. Al termine di una stagione praticamente perfetta, Andrea Rosso ha recentemente vinto il titolo WSK, per la categoria OKJ.

Miglior descrizione di questo successo? I grandi risultati ottenuti. Una vittoria meritata, frutto di lavoro, costanza e determinazione. Questa la “ricetta” che ha portato il piemontese al successo, maturato durante l’ultimo appuntamento della Super Master Series, sul Circuito Internazionale di Napoli (SA).

Il neo campione, parla in esclusiva a Stop&Go, raccontando la stagione con uno sguardo al futuro.

– Andrea, ha praticamente dominato la stagione WSK Super Master Series, puoi raccontarci come hai vissuto questa cavalcata trionfale?

“E’ stata molto più dura di quello che può sembrare. Ad Adria non ci aspettavamo di vincere e ho dovuto davvero prestare mille attenzioni a causa della tanta acqua. A Castelletto sapevo di andare forte, è la mia pista di casa. A Muro Leccese un errorino in una manche ha compromesso il mio percorso di gara ma con calma siamo riusciti a portare a casa i punti necessari per andare a Sarno, con il solo obiettivo di arrivare. Così è stato e abbiamo vinto il campionato. Non è stato semplice, anche considerata la bravura dei nostri avversari, ma credo che la costanza dimostrata in tutte le piste, ci abbia permesso di raggiungere la vittoria.”

– C’è stato un momento difficile nell’arco della stagione?

“A Muro Leccese. E’ una pista che non avevo mai percorso prima e non è stato facile comprenderla del tutto in un solo giorno di test. Speravo di andare ancora a podio e il quarto posto non mi ha soddisfatto molto.”

– Hai vinto diverse gare, tra tutti i weekend vincenti, qual è il tuo preferito?

“Beh sicuramente la prima della WSK ad Adria anche perché la gara si è svolta in condizioni davvero difficili e lì ho forse dimostrato di essere pronto per una grande stagione. Poi la vittoria del Margutti, dopo la pessima partenza in finale, la grande rimonta. Vincere è stata una bella soddisfazione.”


– Si può riassumere la tua vittoria usando la parola “sinergia”? Soprattutto se si parla dell’ottimo feeling con Baby Race alla prima stagione, combinata con talento e presenza dei tuoi genitori ad ogni weekend.

“Baby Race, così come OneEngines, sono stati straordinari, non solo per il materiale che mi hanno messo a disposizione ma anche, o forse soprattutto, per il grande feeling che è nato sin da subito con tutti loro. Un team di primissimo livello senza il quale vincere sarebbe stato molto difficile. L’appoggio dei miei genitori è una sicurezza in più che ho in ogni weekend. Con mio padre spesso discuto animatamente, lui non è uno da grandi complimenti e talvolta anche quando vinco si limita a farmi notare gli errori. Questo però, anche se talvolta mi infastidisce, mi ha spronato a fare sempre meglio e ad imparare qualcosa ogni volta che scendo in pista, senza mai adagiarmi sulle vittorie.”

– Questo weekend si parte con l’Europeo, cosa ti aspetti?

“Da quando corro vado in pista per vincere. Non vorrei sembrare presuntuoso ma ad ogni gara il mio obiettivo è quello. Spero di poterlo raggiungere anche in questa competizione.”

– Quali sono i tuoi programmi per il futuro, immediato e prossimo? Hai in mente l’OK o la Formula 4 Italiana?

“Bella domanda! – ride – L’OK per forza l’anno prossimo perché sarò troppo grande per l’OKJ ma troppo piccolo per le formule.
Poi, come tutti quelli che corrono in kart, chiaramente vorrei provare con le formule, sicuramente con la F4 italiana ma purtroppo so che questo non dipenderà da me, o solo da me, ma dal fatto che saremo o meno in grado di trovare qualcuno che ci supporti economicamente. Sono certo però che ci proveremo.”

Tanta la maturità dimostrata, con o senza casco, da parte di Andrea Rosso. Con queste premesse, il futuro del neo campione non potrà che essere roseo, la parola alla pista.

Credits: sportinphoto agency
Simone Corradengo


Stop&Go Communcation

In esclusiva a Stop&Go, il dominatore WSK, Andrea Rosso, fa il punto sulla stagione. Dalla conquista del titolo al futuro […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/04/17903378_1461496573925860_1039706313247270769_n-e1492800142102.jpg Intervista esclusiva – “Zona Rosso”, parla il nuovo campione WSK