In esclusiva per Stop&Go, Patrik Hajek ha fatto un bilancio sulla avventura nel CIK FIA European Championship 2014.

L’ufficiale Praga ha chiuso la serie composta da tre rounds in 8° piazza, penalizzato fortemente dall’epilogo delle prime due gare, dove è stato protagonista sia di un incidente in finale a Genk, che di uno in Prefinale a Wackersdorf.

“A Genk eravamo competitivi” ha commentato Hajek. “Peccato per la botta in finale, che ci ha impedito di portare a casa un buon risultato. In Germania, invece, non avevamo passo; è stata una delle più brutte trasferte dell’anno, peggiorata anche dal crash in Prefinale, il quale mi ha costretto a partire in ultima piazza”.

“Quando sono arrivato a Kristianstad, sapevo di non aver nulla da perdere, per cui ho dato il meglio di me stesso, senza pensare molto al risultato. Eravamo già competitivi nelle libere, ma siamo riusciti a migliorare ulteriormente grazie ad alcune modifiche. Dopo aver vinto la prefinale, partivo con i migliori propositi per la finale. De Conto (Paolo – Birel/TM, ndr) mi ha passato allo start, creando uno strappo. Verso metà gara è arrivato anche Dreezen (Rick – Zanardi/Parilla, ndr), ma con lui ho avuto la meglio”.

“Nonostante non abbia vinto, è stato un fine settimana di successi e proprio da qui partiremo per dare l’assalto al titolo mondiale (a Sarno, ndr)” ha concluso.

Credit photo: Praga.com

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Patrik Hajek ci ha fatto un recap su quanto avvenuto durante l’europeo CIK FIA […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/08/14854804194_4c3eab6c80_k-1024x646.jpg Hajek: “A Sarno forti dell’esperienza fatta nell’europeo”