Un Rick Dreezen rinfrancato e sereno quello che ci ha raccontato in esclusiva l’inizio del suo secondo anno alla corte del team Ricciardo.

Dopo il titolo europeo del 2014, si era gettato alla ricerca di nuovi stimoli scommettendo sulla squadra del driver di F1, tuttavia, qualche episodio sfortunato e qualche difficoltà di troppo lo avevano fatto scivolare lontano dalla top5, portandolo addirittura a chiedersi se i problemi derivassero da lui e dal suo approccio. Un podio all’esordio ad Adria e altre due prestazioni convincenti tra Castelletto e Sarno hanno però allontanato gli spettri dalla mente del nativo di Genk.

“Abbiamo iniziato l’anno con una splendida seconda piazza” ha commentato Dreezen. “Chiaramente è stato brutto perdere la vittoria così nelle ultime battute, ma è stato comunque un buon modo per cominciare la stagione. A Castelletto è stato tutto più difficile per via delle condizioni climatiche estreme, tuttavia a Sarno siamo tornati lì davanti e questo mi fa ben sperare per il futuro”

Dallo scorso anno si è notata una grande inversione di tendenza, cos’è cambiato principalmente?

“Prima di tutto quest’anno godiamo dell’appoggio della Tec Sav per i motori, ma non solo. Nel 2015 ho incontrato molte difficoltà, venivo dalla vittoria dell’europeo (e dal podio nel mondiale, ndr), ho sofferto un po’ col motore e addirittura ad un certo punto ho iniziato a pensare che il problema potessi essere io. Per fortuna intorno a me ci sono persone fantastiche che mi hanno aiutato a ritrovare me stesso e il feeling col mezzo”.

A questo punto quali sono gli obiettivi per il proseguo della racing season? “Voglio finire più gare possibile a podio, in più ho un sogno: mettere il titolo mondiale nella mia bacheca, è qualcosa che ancora mi manca” ha concluso.


Stop&Go Communcation

Un Rick Dreezen rinfrancato e sereno quello che ci ha raccontato in esclusiva l’inizio del suo secondo anno alla corte del team Ricciardo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/03/1622144_10152283869613408_1048746160_n.jpg Esclusiva – La rinascita di Dreezen: “Il 2015 mi ha messo psicologicamente a dura prova, quest’anno però funziona tutto!”