E’ Pedro Hiltbrand il nuovo campione del Mondo OK. Lo spagnolo di casa CRG succede a Karol Basz (Kosmic/Vortex), secondo sotto alla bandiera a scacchi. Incredibile terza piazza per Felice Tiene su CRG/Parilla.

Al pronti via il poleman Alexander Smolyar (Tony Kart/Vortex) si fa sorprendere proprio da Hiltbrand, che si porta al comando e tenta la fuga. Il russo del Ward Racing è costretto al ritiro lasciando così spazio agli inseguitori. A sfruttare la situazione è Christian Lundgaard in palla con l’accoppiata Ricciardo/Parilla; in parallelo nel frattempo inizia la rimonta di un coriaceo Tiene, scattato dalle retrovie a causa della penalità successiva al contatto che nella Prefinale B ha visto uscire di scena Leonardo Lorandi (Tony Kart/Vortex). Se da un lato il danese deve ben presto alzare bandiera bianca nei confronti di Basz, dall’altro non si arresta la rimonta dell’alfiere CRG, che punta dritto al podio.

Quando mancano ormai una manciata di chilometri alla bandiera a scacchi, Basz è ormai incollato allo spoiler posteriore di Hiltbrand con il chiaro obiettivo di prendersi la leadership. Il campione in carica sferra la mossa, è primo. Il vincitore della KZ2 Super Cup 2016 però non si scompone e, dopo aver aggiustato la mira, infila il polacco tornando al comando. Quest’ultimo si allarga favorendo il rientro del trenino che fino a quel momento si stava giocando la terza piazza formato dai tre CRG di Tonteri, Janker e Tiene.

L’alfiere di San Giuseppe Vesuviano, non ancora sazio nonostante rispetto allo start abbia guadagnato ben 15 posizioni, colleziona altri due sorpassi e si fa minaccioso nei confronti del pilota Kosmic, ma è troppo tardi per pensare all’attacco.

Hiltbrand dunque taglia il traguardo davanti a Basz e a Tiene. 4° e 5° Janker e Tonteri, che con Tom Joyner (Zanardi/Parilla) 6° piazzano ben 5 prodotti del Tinini Group nelle prime 6 posizioni. 7° Noah Milell Kosmic/Vortex) che ha la meglio su Lorenzo Travisanutto (Tony Kart/Vortex). Due grandi rimonte (con un guadagno rispettivamente di 10 e 17 posizioni) regalano a Jean-Baptiste Simmenauer (Tony Kart/Vortex) ed Ulysse De Pauw (Kosmic/Parilla) gli ultimi due posti in top10. Niente lieto fine per Lundgaard, ritiratosi dopo un pericoloso testacoda in rettilineo causato da un contatto con Tiene.

Per Pedro Hiltbrand è il coronamento di una stagione perfetta che, con la doppietta Europeo/Mondiale in OK e la vittoria nella KZ2 Super Cup, lo consacrano tra i grandi delle quattro ruotine. Nonostante la sua giovane età, potrebbero aprirsi le porte della KZ, ma su questo indagherà la rubrica Radio Box nel corso dell’inverno.

Classifica completa

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Pedro Hiltbrand è il nuovo campione del Mondo OK.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/11/basz_cik_wsk.png CIK World – Sakhir, Finale OK: Hiltbrand piglia tutto, dopo l’Europeo anche il Mondiale!