Ci siamo. La settimana più importante dell’anno per i kartisti di tutto il mondo è arrivata. E’ partito infatti a Le Mans il Mondiale KZ e KZ2.

Per alcuni di essi la kermesse francese segnerà l’esordio assoluto nel karting a marce, per altri sarà occasione di riscatto, per altri ancora, infine, una possibile ciliegina sulla torta su un 2015 con i fiocchi. La location, il Le Mans Karting International, è tra i tracciati più amati dai drivers e la cornice del Circuit de la Sarthe non fa che conferire ulteriore prestigio alla competizione.

KZ – A partire col numero 1 sarà Flavio Camponeschi (Tony Kart/Vortex), fresco vincitore della corona continentale e naturale favorito alla conquista del successo. Un numero, l’1, che stando alla “Cabala” non premia quanto il 3, presente lo scorso anno sul cupolino del vincitore Marco Ardigò (Tony Kart/Vortex), il quale vorrà certamente tornare sul gradino più alto del podio. Il terzo incomodo, proprio col 3, sarà Ben Hanley (Croc/TM), finora in palla in entrambe le specialità kartistiche.

Se si parla di vittoria, non si possono non menzionare Jonathan Thonon (Praga/Parilla), Rick Dreezen (Ricciardo/Parilla) e Davide Forè (CRG/Maxter), evergreen della categoria che hanno iniziato ad affilare le armi nei test privati già da diverse settimane. Si attende anche il forte ritorno di Paolo De Conto (CRG/Maxter), in credito con la fortuna in più di un’uscita in questo primo spicchio di 2015. Gioca in casa, infine, il team Sodi, che per l’occasione schiererà un tridente dal peso specifico elevatissimo che comprende Bas Lammers, Anthony Abbasse e Arnaud Kozlinski, ai quali si aggiunge il “satellite” Jeremy Iglesias.

KZ2 – Impossibile trovare un favorito per la KZ2 Super Cup, visto quanto appaiono equilibrate le forze in campo. Oltre a Joel Johansson (Energy/TM), infatti, potrà dire la propria il trio CRG formato da Pedro Hiltbrand, Fabian Federer e Felice Tiene, oltre che al team ufficiale Tony Kart, che schiera i giovani Luca Corberi, Alessio Piccini e Andreas Fasberg. Altrettanto giovane e altrettanto ambizioso è Marijn Kremers (BirelART/Parilla), particolarmente brillante nelle WSK Series di inizio stagione. Assente e quindi costretto ad abdicare il campione in carica Ryan van der Burgt, presente invece un altro dei protagonisti della scorsa edizione, Luca Tilloca su DR/Modena del team GForce Racing.

Quella 2015 sarà anche l’edizione dei grandi esordi, è il caso di Nicklas Nielsen (Tony Kart/Vortex) in KZ e di Martijn van Leeuwen (CRG/TM), Juan Manuel Correa, Rokas Baciuska, entrambe con Energy/TM ufficiale, e lo svedese Emil Skaras su Tony Kart/TM del Ward Racing in KZ2. Non solo piloti ma anche teams, visto che sarà l’occasione della prima comparizione iridata di Evo Kart, team tutti italiano super competitivo, che si presenterà ai nastri di partenza della KZ2 con il driver di casa Kevin Breysse (Evo/Parilla)

Oggi è già giornata di prove libere, che lasceranno spazio domani alle prove di qualificazione, seguite dalle heats, prefinali e finali.


Stop&Go Communcation

Ci siamo. La settimana più importante dell’anno per i kartisti di tutto il mondo è arrivata. E’ partito infatti a Le Mans il Mondiale KZ e KZ2 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/09/CIK-FIA_2015.jpg CIK World – Le Mans, KZ e KZ2: In Francia è caccia aperta alla corona iridata, chi replicherà ai successi 2014 di Ardigò e van der Burgt?