Marco Ardigò si è detto al settimo cielo dopo la vittoria del Campionato del Mondo CIK FIA per la categoria KZ.

Il driver bresciano su Tony Kart/Vortex è stato protagonista assoluto a Sarno, veloce sin dalle prove libere, ha però fatto davvero la differenza in finale, quando davvero contava. Partito dalla pole position, è rimasto sempre in testa tranne nei due giri in cui ha ceduto il passo a Paolo De Conto (Birel/TM), regolato poi con un sorpasso al fulmicotone. Sotto alla bandiera a scacchi Ardigò ha rotto l’ “incantesimo”, riportando l’iride in Italia dopo ben sette anni.

“Sin da bambino sognavo di diventare il numero 1 in una disciplina sportiva” ha commentato il neo-iridato in conferenza stampa. “Mi ero già laureato campione del Mondo nel 2007 e nel 2008, in KF, poi sono giunti i successi fuori dall’Europa. Mancava ancora qualcosa però e cioè il titolo nella classe regina, dove corrono i migliori kartisti: la KZ. Alla fine è arrivato anche quello!”

Qual è stato il “fattore x” che ti ha permesso di vincere? “La calma. Mi ha consentito di giungere a questo traguardo. De Conto dietro di me si faceva sempre più ingombrante, poi mi ha anche sorpassato. In quel momento mi sono detto di mantenere il sangue freddo, così due giri dopo l’ho rinfilato nuovamente. I giri successivi non sono stati facili e sotto alla bandiera a scacchi non stavo più nella pelle. Questo è un successo di gruppo, che dedico al dottor Robazzi ed il gruppo OTK soprattutto per il lavoro fatto negli ultimi anni”.

Creditphoto: CIK FIA Media

Andrea Giustini


Stop&Go Communcation

Marco Ardigò ha commentato con estrema felicità la vittoria del mondiale KZ […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2014/10/KZ_ARDIGO_MARCO_KSP_3_5669-1024x681.jpg CIK World – Ardigò: “Sono al settimo cielo.. mi mancava il titolo in KZ”